L‘olio extravergine di oliva è uno dei patrimoni dell’enogastronomia italiana, un vero e proprio vanto della nostra terra. E’ per questo che l’Italia è il secondo Paese produttore in Europa e nel mondo e può vantare ben 41 denominazioni DOP (di origine protetta) e un’IGP (Indicazione Geografica Protetta).

Per tutelare questo immenso e prezioso tesoro, è stata creata “Extravergine 916” (916 è appunto il peso specifico dell’olio extravergine di oliva) che ha come obiettivo quello di selezionare i migliori oli extravergine di oliva italiani, divulgare al consumatore le diverse peculiarità organolettiche, nutritive e salutistiche e informare accuratamente sugli acquisti che vengono compiuti su internet e favorire così un acquisto più consapevole.

Extravergine 916 è nato dalla collaborazione con Asso.Frat.o.i. (Associazione Frantoi Oleari Italiani), una diramazione di Confagricoltura e si avvale di un team di esperti che a seguito di analisi accurate scelgono i frantoi che rispettano tutti i parametri di eccellenza, fino a crearne una vera e propria carta d’identità e sostenendo la tracciabilità di ogni singola operazione compiuta durante i vari passaggi della lavorazione e l’etichettatura delle bottiglie: qualità del terreno, del clima, tecniche di raccolta delle olive, la lavorazione e infine l’imbottigliamento.

photo credit: wallaceer via photopin cc