Gli occhi hanno tutti forme diverse. Per questo motivo, un make-up standard non è raccomandabile. L’ombretto dovrebbe essere adattato alla forma delle palpebre ed essere applicato con l’unico scopo di illuminarne e ingrandirne contorno e colore.

Pertanto, ad ogni forma d’occhi corrisponde un make-up particolare; l’ombretto deve essere scelto con oculatezza e applicato seguendo un disegno molto preciso.

Se si ha un occhio con taglio orizzontale tanto da sembrare chiuso, meglio non applicare sulla palpebra un eyeliner nero: l’effetto potrebbe essere quello di chiudere ancora di più l’occhio. Bisogna, invece, applicare un ombretto dai colori chiari e luminosi sulla parte interna della palpebra, optando per una sfumatura dai colori più scuri sulla parte esterna dell’occhio: quest’ultimo tocco darà l’impressione di una palpebra più aperta.

Per gli occhi infossati bisogna mostrare maggiore attenzione. Innanzitutto, sulla parte mobile della palpebra va passato un tocco di ombretto chiaro madreperlato, per dare luminosità alla parte più incavata. Successivamente si può passare una sottile linea di matita sia sopra che sotto per ingrandire l’occhio: l’importante è che non sia eccessiva. La matita va poi sfumata verso l’esterno. Infine, lungo tutta l’arcata sopracciliare, occorre applicare un velo di ombretto dai toni medi (come il beige o il tortora): in questo modo si attenua l’effetto infossato e si apre l’occhio.

Le donne con gli occhi sporgenti sono caratterizzate da una prominenza dell’arcata sopracciliare e da occhi grandi e rotondi. In questo caso, occorre vitalizzare gli occhi senza rischiare che si infossino ulteriormente: col trucco, quindi, bisogna dare la sensazione che siano alla stessa altezza dell’arcata soprastante. Basta applicare l'{#eyeliner} sia sopra che sotto l’occhio, facendo incontrare le due linee sia all’angolo interno che esterno. A questo punto occorre sfumare la matita sia sopra che sotto e applicare il mascara; in questo modo l’occhio si aprirà e l’arcata sopracciliare apparirà meno “ingombrante”.

Gli occhi rotondi, invece, tendono ad essere molto grandi e molto aperti. In questo caso si può spegnere l’effetto cercando di allungare gli occhi verso l’esterno. Pertanto, si può utilizzare l’ombretto partendo dalla palpebra e allungandone il colore in una linea che superi l’angolo esterno, sia sopra che sotto l’occhio. In questo modo la palpebra perderà la sua esagerata rotondità.

Anche gli occhi a mandorla, per quanto spesso considerati dalla forma perfetta, devono essere truccati in modo adeguato. In questo caso, bisogna applicare la matita solo sopra, cercando di disegnare una piccola coda sull’angolo esterno dell’occhio; dopodiché, bisogna sfumare la matita e applicare un ombretto da sfumare sempre verso l’esterno. Fatto questo, occorre applicare un ombretto particolarmente luminoso sotto l’arcata sopracciliare e il mascara dopo aver curvato le ciglia con un piegaciglia.

Fonte: All women’s talk