Il caso del terribile omicidio di Sarah Scazzi continua a tenere banco. Nonostante la confessione dello zio omicida Michele Misseri, si cercano nuovi indizi che possano riguardare altri possibili complici, soprattutto dopo che sono state ritrovate delle impronte digitali di diverso tipo sul cellulare di Sarah. Ma al di là delle indagini ufficiali, la vicenda è più aperta che mai anche in televisione.

Dopo il drammatico epilogo avvenuto settimana scorsa in diretta davanti alle telecamere di “Chi l’ha visto?“, ieri sera il programma di Federica Sciarelli è tornato a trattare la storia con un doveroso e sentito omaggio a Sarah Scazzi e una ricostruzione degli avvenimenti.

Il programma di Raitre, che ha anche parlato del caso Orlandi, ha fatto registrare anche ieri sera ottimi ascolti, con ben 3 milioni 833mila telespettatori e uno share del 14.25%.

Della vicenda di Sarah Scazzi si è parlato oggi anche a “Mattino Cinque” con un nuovo protagonista: l’avvocato di Michele Misseri, che ha parlato a proposito del suo assistito:

Michele Misseri è un uomo abituato a sacrificare sé stesso per tutelare qualcuno. Ieri, nel momento in cui gli chiedevo di raccontarmi la sua giornata standard, mi ha detto che era solito svegliarsi alle 3 e mezza del mattino per aiutare la famiglia nei lavori domestici prima di andare a lavorare. Ieri la figlia Sabrina si è recata in carcere ma non le hanno consentito di parlare con il padre.

Il caso quindi prosegue più che mai in TV. Ma chissà quando si spegneranno le telecamere?