Sono a malapena trascorse 24 ore da quando è avvenuto il tragico omicidio-suicidio a Marina di Massa per mano di un uomo geloso che non aveva accettato la separazione dalla moglie, che il tutto avviene ancora. Steso movente, dinamiche uguali (omicidio e suicidio del carnefice), diversa solo la città, questa volta siamo nel sud Italia, nel Leccese.

Franco Capone, 46 anni, carrozziere, ha ucciso la moglie erika Ciurlia, 46enne, con colpi di arma da fuoco e poi si è suicidato. E’ accaduto a Taurisano, nel Salento, all’interno dell’officina che l’uomo gestiva. Subito dopo l’uomo si è suicidato con la stessa arma che è stata trovata vicino al suo corpo.

La coppia separatasi un mese e mezzo fa aveva tre figli: una ragazza di 25 anni e due maschi, di 18 e di appena 4 anni.

photo credit: Oscar in the middle via photopin cc