On The Road con Kristen Stewart, Garrett Hedlund e Sam Riley non convince. Al centro delle recensioni negative il regista Walter Salles, candidato al premio Oscar per Centarl Do Brasil. Secondo i critici italiani, infatti, il cineasta de I Diari Della Motocicletta avrebbe realizzato un film senz’anima, in contrapposizione allo spirito beat del romanzo.

Galleria di immagini: On the Road per Cannes

L’opinione più diffusa è che On The Road non sia riuscito a trasmettere la rabbia, il piacere della scoperta e il bisogno di rivolta, presenti nel romanzo di Jack Kerouac. Il film di Walter Salles è quindi un “compitino” privo di guizzi, senza il virtuosismo del celebre scrittore. Anche il box office italiano boccia il film, con l’irrisoria cifra di 475.000 euro nei primi quattro giorni di programmazione. Promosse, invece, le interpretazioni di Kristen Stewart, Garrett Hedlund, Sam Riley e il resto del cast.

Sulla Strada, il libro del 1957 da cui è tratta la trasposizione cinematografica, è considerato il manifesto della beat generation, rivoluzionario movimento artistico nato in America dal secondo dopoguerra fino alla fine degli anni ’50. Il romanzo narra le avventure di Sal e Dean, trasfigurazioni letterarie di Jack Kerouac e Neal Cassidy, in viaggio per gli Stati Uniti.

Ma al cinema è un’altra storia: dopo i titoli di coda, meglio correre in libreria e (ri)scoprire il viaggio di una generazione attraverso le parole di Kerouac.

Fonte: Panorama