Chi acquista una nuova casa o si ritrova a dover, per piacere o per necessità – magari per l’arrivo di un bambino -, modificare l’arredamento domestico, molto spesso si chiede quale sia il modo migliore per organizzare il soggiorno e per renderlo accogliente e, allo stesso tempo, funzionale per gli usi quotidiani e per ospitare eventuali parenti ed amici.

Dopo aver individuato i complementi d’arredo, grazie anche allo stile che avete deciso di seguire in linea di massima, organizzare il soggiorno in base alle proprie esigenze e per lasciare un’impronta personale non dovrebbe essere troppo difficile. Ecco 10 idee per organizzare il soggiorno e per sfruttarlo nel modo migliore possibile.

  1. Dosare gli spazi. La prima cosa da tenere a mente quando ci si chiede come organizzare il soggiorno è di dosare bene gli spazi. Un’idea è quella di dare la giusta attenzione all’arredamento, evitando, specialmente per ambienti non molto ampi, forme bombate o rotonde (anche per il divano). Questo permetterà di evitare l’effetto claustrofobico.
  2. Non esagerare con i complementi. Il secondo consiglio per organizzare il soggiorno è quello di evitare di inserire troppi complementi. Ad esempio, se la stanza ha poca luce, è consigliato non eccedere con mobili o tavolini ma lasciare lo spazio libero con una bella lampada con pedana a terra che esalti gli angoli più bui.
  3. Pensare a ciò che è utile. Per organizzare il soggiorno al meglio è necessario anche filtrare il tipo di arredamento. Soprattutto se vi sono dei bambini in casa, il consiglio è quello di non inserire mobili in vetro o metallo, che potrebbero arrecare danni ai più piccoli.
  4. Non abbondare con quadri alle pareti. Sovraccaricare le pareti è uno dei modi peggiori per organizzare il soggiorno. A differenza di quanto avveniva negli anni passati, la parete dovrà essere pulita e minimale, così da non appesantire l’ambiente. Meglio ancora, se è presente un comò all’interno del salone, porre cornici e specchi sopra di esso e non alle pareti.
  5. Il pavimento è fondamentale. Ancor prima di organizzare il soggiorno è giusto chiedersi come realizzare il pavimento. Un’idea può essere quella di optare per superfici che non si rovinino facilmente; questo perché il soggiorno è la stanza più utilizzata che, di conseguenza, è esposta maggiormente a danni accidentali.
  6. Scegliere colori accoglienti. Per organizzare il soggiorno nella maniera migliore, anche i colori diventano fonte di ispirazione. Ad esempio, si può optare per un color pesca abbinato ad un divano morbido e ad un tavolo da pranzo in legno scuro. L’importante è scegliere colori accoglienti ed avvolgenti.
  7. Investire nell’audio. Molto spesso sottovalutati come dettaglio, l’audio e l’acustica rientrano a pieno titolo tra gli elementi da tenere da conto quando si deve organizzare il soggiorno. In questo caso è possibile pensare alla diffusione sonora sospesa, così da riuscire a beneficiare della migliore acustica possibile.
  8. Non bloccare il passaggio. Organizzare il soggiorno significa anche renderlo fruibile a tutte le persone. Ciò significa non renderlo troppo complicato in passaggi o complementi bassi che potrebbero dare fastidio a bambini, a persone più anziane o con problemi di mobilità.
  9. Le luci sono essenziali. Anche le luci rientrano tra le cose più importanti da considerare quando si deve organizzare il soggiorno. In questo caso, soprattutto se sono presenti quadri di un certo valore, sarà necessario studiare anche un sistema di illuminazione a parete. Comunque è preferibile non dare troppo spazio a lampadari troppo grandi, che renderebbero la stanza troppo austera.
  10. Esprimere il proprio estro. Infine, quando ci si chiede come organizzare il soggiorno è bene riuscire ad esprimere tutta la propria creatività, senza lasciarsi influenzare dal mercato e dalle mode. Questo perché la casa deve diventare il proprio nido e non deve piacere che a noi.
Galleria di immagini: Gli stili per arredare il soggiorno