In estate, organizzare le vacanze con i figli dopo un divorzio non è proprio una cosa semplice. Ci si mettono di mezzo mille e più fattori burocratici e lo stress sale a livelli estremi, inoltre bisogna pianificare il tutto in base agli accordi presi durante la sentenza.

Dopo il divorzio, le vacanze estive dei figli vanno suddivise tra madre e padre, il tutto però deve essere pianificato anche in base al periodo di ferie dei due e agli impegni. Ecco di seguito alcuni consigli per pianificare al meglio una vacanza dopo la separazione senza compromettere il benessere dei piccoli.

La prima cosa da rispettare sono gli accordi presi; solitamente, durante la sentenza ci si mette d’accordo anche sui periodi in cui si possono prendere in custodia i figli, che siano ricorrenze, compleanni o vacanze estive. È consigliabile fare il tutto senza litigare, una soluzione si trova sempre.

Spesso in base a questi tempi accordati, si può fare un piccolo strappo alla regola: ad esempio, se uno dei due genitori ha le ferie al di fuori del periodo accordato con l’altro, allora si può provare a richiedere un piccolo cambiamento, anzi, un piccolo favore. Questa è una cosa che si può fare anche senza l’intervento di un giudice ma a discrezione della coppia in questione.

È consigliabile iniziare a pianificare in anticipole vacanze, onde evitare litigi e dissapori per delle incongruenze o magari delle ricorrenze spaciali che vanno a infilarsi nel periodo prescelto per le vacanze. In più, è meglio informare l’altro genitore sull’itinerario scelto per il viaggio e ciò che si desidera fare, proprio per evitare di dover magari spostare un biglietto aereo, che risulterebbe anche dispendioso.

Durante il viaggio il bambino non deve perdere il contatto con l’altro genitore, poiché il rapporto non deve essere intaccato o lasciato alla deriva. Se il bambino è abbastanza grande, basta fargli fare una chiamata ogni tanto al genitore e magari fargli raccontare dove si è e come si sta.

Prima di intraprendere un viaggio magari in aereo per paesi esteri i figli di genitori divorziati necessitano del permesso di entrambi. È molto importante tenere con se la sentenza di separazione e tutti i dovuti documenti come ad esempio il tesserino sanitario.

Il consiglio finale è quello di vivere con tranquillità le proprie vacanze, senza liti e senza conflitti, in modo da rendere più sereni anche i propri figli, che passeranno comunque un’estate divertente sia con la mamma e sia con il papà.

Fonte: Huffingtonpost