Un ottobre di alti e bassi attende i nati nel segno del Capricorno, anche se non sembra essere funesto come alcuni trascorsi di questo complicato 2011. La fortuna è buona, così come l’ambito relazionale, ma qualche grattacapo potrebbe riservarlo la forma fisica e la sfera professionale. Si tratterà, tuttavia, di eventi quasi marginali, che non avranno una forza tale da scalfire i nati nel segno. Bisognerà inoltre tenere ben presente come l’anno si volge al termine e, con esso, alcuni dei suoi effetti più tedianti.

Amore:

L’amore dei Capricorno ad ottobre sarà ambivalente, stretto tra impeti emotivi forti e altrettante pause e astinenze, in tutte le modalità con cui un rapporto può declinarsi. Questo non significa che non saranno quattro settimane appaganti, bensì che i nati nel segno avranno bisogno di più ampi spazi per dedicarsi ad altro rispetto alla relazione. E, con tutta probabilità, il maggior spirito di solitudine porterà anche a incontri passionali davvero degni di nota perché, ovviamente, l’assenza di ripetitività renderà il tutto più appassionante. Buone anche le occasioni dei single, ma non bisognerà sperare di trovare l’amore eterno. Si tratterà di conoscenze simpatiche, intriganti e spesso maliziose, ma raramente si evolveranno in qualcosa di più serio.

Lavoro:

La sfera professionale dei Capricorno presenta qualche intoppo poco felice, ma l’arma della pazienza sicuramente permetterà di superare ogni ostacolo. In particolare, i risultati dell’impegno profuso degli ultimi mesi potrebbero essere rimandati ai primi giorni del prossimo mese, generando un po’ di insoddisfazione nei nati del segno. Sarà meglio, tuttavia, concentrarsi sul mantenimento di quello che si è già raggiunto, pianificando sapientemente le mosse future.

Salute:

La salute di ottobre riserva qualche grattacapo di troppo per i nati in Capricorno. I malanni di stagione potrebbero dar filo da torcere agli appartenenti al segno, così come un’energia non sempre al massimo. La strategia migliore per superare questo periodo, però, è di non concentrarsi su questi passeggeri fattori negativi, perché così facendo gli si conferirà un’intensità spropositata rispetto ai loro reali effetti. Basterà curare maggiormente l’alimentazione, abbandonare qualche vizio di troppo ed evitare gli sbalzi di temperatura per arrivare a novembre praticamente indenni.