Un mese di maggio non propriamente semplicissimo attende gli amici del Leone, i quali potrebbero subire qualche eccesso di pesantezza in termini di salute e fortuna. Migliora nettamente, tuttavia, l’ambito amoroso: alcune delle tensioni degli ultimi tempi troveranno una giusta risoluzione, per permettere così agli innamorati di intraprendere un cammino di evoluzione, opposto alla recessione delle ultime settimane.

Amore:

Venere aiuta il Leone durante maggio, soprattutto i nati nella terza decade. Questo significa che il sesso sarà molto coinvolgente, il romanticismo spiccato e la voglia di giocare, dentro e fuori dalla camera da letto, decisamente marcata. Le coppie potrebbero trovare un nuovo equilibrio, sia d’eros che di gestione quotidiana della loro relazione, i single potrebbero invece imbattersi in notti di fuoco. La situazione non è malvagia anche per le altre due decadi, anche se gli effetti di questa Venere amica saranno assolutamente limitati. Non vi è tuttavia motivo di preoccuparsi.

Lavoro:

Un mese di maggio impegnato, ma non scevro di soddisfazioni, attende i Leone amanti del lavoro. La prima metà del mese avvantaggia gli accordi e gli affari, quindi i più sapienti saranno in grado di strappare un miglioramento di contratto o un aumento di stipendio. La seconda metà del mese, sicuramente più piatta dell’inizio, è invece improntata sulla creatività. Saranno le occupazioni più artistiche, infatti, ad avere la meglio, quelle dove un pizzico di innovazione non farà altro che aumentare qualità di quanto prodotto e soddisfazione personale. Forse un po’ fermo è il mercato di chi è alla ricerca della primissima occupazione, ma il cielo si rasserenerà di certo con la fine dei temporaloni estivi.

Salute:

Le energie non mancano alla salute di maggio dei Leone, ma i nati nel segno potrebbero essere frenati dai malesseri del caldo in arrivo. Allergie, cali di pressione, spossatezza potrebbero costituire una barriera insormontabile per i determinati leoncini, quindi sarà d’obbligo giocare d’anticipo per prevenirne gli effetti funesti. L’alimentazione dovrà essere sana e controllata, l’attività fisica non troppo estrema e, soprattutto, vizi e cattive abitudini dovranno essere fermamente abbandonati. È tempo di fumarsi l’ultima sigaretta, di svuotare la bottiglia di vino nel lavandino, di gettare nell’immondizia pacchetti di patatine, snack e altre cibarie potenzialmente dannose.