Gli Oscar di quest’anno hanno riservato più sorprese di quanto non ci si aspettasse: a contendersi il maggior numero di statuette sono stati Argo e Lincoln, che ne hanno portate a casa rispettivamente 3 e 2, ma è stato Vita di Pi a ritirarne ben 4.

=> Scopri i vincitori dei Golden Globes 2013

Galleria di immagini: Oscar 2013: vincitori e red carpet

L’Oscar per il miglior film è andato a Argo, il film con Ben Affleck alla regia sulla crisi diplomatica in Iran negli anni ’70: la storia del salvataggio di un gruppo di americani ha conquistato i cuori più dello storico Lincoln. Ma alla regia Ang Lee ha battuto sia Steven Spielberg (Lincoln) che lo stesso Affleck, con il suo Vita di Pi, che ha vinto anche l’Oscar alla fotografia.

Come c’era da aspettarsi la statuetta per il Miglior attore protagonista è andata a Daniel Day-Lewis nel ruolo di Lincoln e quella per miglior attrice non protagonista è andata a Anne Hathaway per il ruolo di Fantine ne Les Misérables. A sorpresa l’Oscar per Miglior attrice è andato alla giovane Jennifer Lawrence per Il lato Positivo, mentre quello per Miglior attore non protagonista è andato, di nuovo, a Christoph Waltz per il ruolo del dentista tedesco in Django Unchained.

=> Scopri i vincitori dei Bafta 2013

Altrettanto prevedibile la statuetta al Miglior film straniero, andata a Amour di Haneke che aveva già sbancato a Cannes, e alla canzone originale di Skyfall cantata da Adele. La Miglior Sceneggiatura originale è andata a Quentin Tarantino, per Django Unchained, mentre quella non originale a Argo.

Anna Karenina ha vinto soltanto la statuetta ai migliori costumi, mentre la Migliore scenografia è andata a Lincoln. E il Miglior film d’animazione è Brave, della Pixar.

Fonte: Oscar