L’appuntamento con gli Oscar, da sempre, è uno dei momenti più attesi e più glamour per lo scintillante mondo dello spettacolo, negli Stati Uniti e non solo, in quanto termometro di tendenze per fashion addicted e momento di conferma per gli stilisti e i designer più amati. Ecco gli abiti più belli dell’87esima edizione della cerimonia, per la prima volta presentata da un ironico e scostumato (si è presentato sul palco anche in mutande) Neil Patrick Harris, visti sul tappeto rosso del Dolby Theatre di Los Angeles.

Julianne Moore, che dopo cinque nomination è riuscita a stringere la statuetta dell’Oscar, era l’incontrovertibile ritratto dell’eleganza del premio con un abito ricamato Chanel Haute Couture floreale. “Karl Lagerfeld lo ha fatto per me“, ha detto sul tappeto rosso. Un’offerta del genere non si rifiuta.

Elie Saab, il couturier libanese pilastro del tappeto rosso (Halle Berry ha ricevuto il premio Oscar come migliore attrice indossando un abito Saab), ha vestito di luci dorate e trasparenti striature Emma Stone, che ci ha abituati a look portati con splendido aplomb.

Reese Witherspoon, candidata per il suo ruolo in “Wild”, indossava un semplice abito bianco con dettagli neri firmato Tom Ford, altro re dei red carpet. Infatti, lo stilista è stato uno dei grandi vincitori della serata, anche se non ha ottenuto l’Oscar.

Quest’anno, Lupita Nyong’o non ha avuto la pressione di una nomination, ma non ha allentato la sua stretta sulla presentazione di un look da favola: il suo abito, un design personalizzato da Francisco Costa di Calvin Klein Collection, è costellato di perle naturali, circa 6.000 secondo le note pubblicate, e doveva pesare davvero molto. Nyong’o, ormai una guerriera veterana del tappeto rosso, se l’è cavata.

Galleria di immagini: Oscar 2015: tutti gli abiti

Look romantico per Felicity Jones, con corpetto ricamato in 3D e gonna spezzata, da sposa, firmato da Alexander McQueen, per Keira Knightley, in abito Valentino color cipria dal taglio stile impero e gonna svasata in tulle costellato di fiori ricamati, e per Gwyneth Paltrow in monospalla rosa confetto con un grande fiore applicato sull’unica spalla Ralph & Russo.

Naomi Watts era brillante in un argentato Armani Privé sapientemente lavorato, costoso come sempre e chic come non mai. Patricia Arquette, che ha vinto l’Oscar per la migliore attrice non protagonista, ha indossato un abito disegnato dalla sua amica designer Rosetta Getty, con corpetto monospalla bianco drappeggiato e lunga gonna nera, forse un po’ troppo fasciante.

Cate Blanchette fa debuttare sul red carpet il nuovo Margiela, quello guidato da John Galliano, con un abito in velluto di seta nero Margiela Couture progettato, secondo l’etichetta, proprio per lei.

Luccicante (e troppo magra) Nicole Kidman in Louis Vuitton a colonna con paillette dorate, spacco e nastro rosso in vita; romantica ed elegante come non mai Jennifer Lopez con un Elie Saab color cipria ricoperto di fiori; futurista Lady Gaga in un abito Alaïa? rigido, con gonna larga, bianca, dall’effetto screpolato e guanti rossi a contrasto; adorabilmente retro Marion Cotillard, ambasciatrice Dior anche sul red carpet, in un abito bianco traforato con banda nera Haute Couture. Menzione speciale per Meryl Streep, in tailleur nero con gonna lunga e spacco Lanvin con top bianco drappeggiato, perfetta ed elegante per la sua età.