Oscar Pistorius è stato rilasciato su cauzione. L’atleta olimpico accusato di aver ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp la notte di San Valentino non si trova quindi più dietro le sbarre; i famigliari hanno infatti pagato una cauzione di circa 85.000 euro.

=> Leggi di Oscar Pistorius in lacrime durante il processo

Galleria di immagini: Oscar Pistorius e la fidanzata

Oscar Pistorius rimane ancora accusato di omicidio volontario e premeditato della fidanzata, la modella Reeva Steenkamp, però è stato liberato su cauzione. Per il campione soprannominato Blade Runner non sussiste infatti un reale pericolo di fuga.

Così ha deciso il giudice Desmond Nair, con una disposizione che sta già facendo discutere. A Pistorius è stato ritirato il passaporto ed è stato liberato dietro il pagamento di una cauzione di un milione di rand sudafricani, una cifra che si aggira intorno agli 85.000 euro. Il giudice ha così motivato la sua decisione:

«Sono arrivato alla conclusione che l’accusa ha presentato una documentazione che permette la liberazione su cauzione.»

Oscar Pistorius è chiamato ora a comparire in tribunale il prossimo 4 giugno, quando dovrà rispondere dell’accusa di omicidio volontario. La decisione della libertà su cauzione è stata accolta con grande emozione da parte di famigliari e amici del campione e tra lo sbigottimento invece della famiglia di Reeva Steenkamp.

=> Leggi di Oscar Pistorius accusato di omicidio volontario

Il portavoce della famiglia dell’atleta, Arnold Pistorius, zio di Oscar, ha dichiarato:

«Siamo sollevati perché Oscar è stato liberato dietro cauzione, ma allo stesso tempo esprimiamo il nostro rincrescimento alla famiglia di Reeva Steenkamp.»

Fonte: TgCom