Ottenere un mutuo per acquistare casa è diventato sempre più difficile, ma per le donne lo è ancora di più. Il motivo? Hanno uno stipendio medio più basso rispetto a quello degli uomini e quindi le loro richieste di un finanziamento incontrano maggiori problemi.

Le donne vengono infatti penalizzate quando richiedono un mutuo a causa di uno stipendio inferiore rispetto a quello degli uomini. Il sito Mutui.it ha comunicato come soltanto il 27% delle richieste di mutuo abbia una donna come primo intestatario.

La ricerca è stata condotta su oltre 16.000 preventivi di mutuo che sono stati realizzati dall’inizio dell’anno e il risultato è decisamente impietoso per le donne, come riflette anche Lorenzo Bacca, il responsabile della Business Unit di Mutui.it:

«È innegabile che le donne vivano in Italia una situazione di maggiore difficoltà rispetto agli uomini e la scarsità di finanziamenti intestati a donne, accentuata dalla crisi economica, è in realtà un fenomeno dalle radici ben salde.»

Un altro risultato da sottolineare di questo studio è che il 59% delle richieste di mutui al femminile arriva da donne single. Guardando invece la situazione a livello regionale, le regioni con la maggiore richiesta di mutui da parte di donne sono la Liguria (34%), il Lazio (32,8%) e l’Umbria (31%); fanalino di coda invece è la Puglia, con appena il 17,6% di richieste di mutui al femminile.

Fonte: Il Vostro Quotidiano