Un uomo e una donna di origini albanesi, rispettivamente di 53 e 50 anni, sono stati arrestati nel tarantino. L’accusa? Violenze su minori. Anzi, ancora peggio: l’uomo violentava da anni la figlia, oggi 16enne, con il benestare della moglie.

La ragazzina ha finalmente trovato il coraggio di sporgere denuncia contro i genitori, che adesso sono accusati di violenza sessuale aggravata, maltrattamenti e lesioni.

Sembra alquanto assurdo il fatto che la madre, spesso testimone degli stupri ai danni della figlia, invece di proteggerla non solo non è mai intervenuta, ma anche rideva e incitava il marito. La vicenda, com’è comprensibile, è davvero molto grave.

Pare infatti inconcepibile come una madre, che ha dato alla luce una figlia e che l’ha cresciuta per anni, possa restare a guardare davanti a tale tipo di violenza, per lo più incoraggiando il compagno a compiere l’orrendo gesto. Che questo sia un mondo sempre più malato, ormai vi sono ben pochi dubbi.