La Paleo dieta è la dieta dei cavernicoli e in quanto tale basa i suoi fondamenti sull’assunzione prevalentemente di prodotti di origine animale, crostacei, pesce, carne, frattaglie e uova.

Tutti alimenti facilmente reperibili all’epoca degli abitanti delle caverne.

=> Leggi quali alimenti evitare per la Paleo dieta

I nostri antenati si nutrivano anche una buona dose, seppur minore, di fibre che ricavavano da frutta, bacche e verdura. Questi rigorosamente a basso contenuto glicemico.

Le radici sono un altro alimento che è possibile assumere durante questo regime alimentare.

=> Leggi come funziona la Paleo dieta: energia e salute degli antenati

Altro alimento chiave di questo antenato menù è la frutta a guscio. Nel regime alimentare iniziale quando si vuol perdere peso la quantità consentita è tuttavia al massimo di 100gr. Successivamente a regime normale si può invece consumare quanta frutta a guscio si vuole.

Meglio moderare i lipidi, prediligendo gli omega 6 e 3 nella stessa misura.

=> Confronta la Paleo con altre diete dimagranti

Vitamine e sali minerali non possono mancare e vanno assunti attraverso i cibi. Meglio assumere degli integratori per quanto riguarda minerali quali calcio, magnesio e potassio che non devono mai mancare.

Le uniche bevande concesse solo l’acqua, il the verde e il latte di cocco. E per dare dolcezza a tutto si può utilizzare, anche se con moderazione, il miele rigorosamente bio.