Pampers nasce nel 1961 grazie alla genialità di Victor Mills, ingegnere chimico americano che ha sperimentato i pannolini usa e getta sui suoi nipotini. Venne introdotto nel mercato italiano con il marchio Lines dalla Fater, appartenente al Gruppo Angelini. Questa importante invenzione ha reso felici migliaia di bambini, facendoli sentire asciutti e puliti, ma soprattutto le loro mamme, prima obbligate a trafficare con i pannolini di stoffa “a triangolo”, che andavano lavati e fatti asciugare in continuazione. Il testimonial più famoso del brand Pampers è stato Pippo, un simpatico ippopotamo blu, ideato e lanciato sul mercato dall’Agenzia Pubblicitaria Armando Testa di Torino, detenendo il suo ruolo fino alla fine degli anni ’90.

E’ nel 1963 che si verifica il vero successo, con il boom economico e l’incremento demografico, le abitudini e le necessità della popolazione femminile cambiano: l’invenzione dei pannolini usa e getta è andata di pari passo all’emancipazione femminile e al numero crescente di mamme lavoratrici, che avevano quindi meno tempo a disposizione per le faccende di casa. I pannolini usa e getta permettono anche ai papà di occuparsi dell’igiene dei propri figli, vista la praticità e la facilità d’uso nel sostituirli.

Dalla sua nascita, il prototipo iniziale ha subito diverse trasformazioni: fin dall’inizio degli anni ’70, quando è diventato un prodotto di massa sostituendo la spilla da baglia con il nastro adesivo al gel assorbente che dimezza il volume del pannolino, aggiunto alla fine degli anni ’70. Altre innovazioni sono state sicuramente l’introduzione delle taglie a seconda dell’età (“primi giorni, “primi mesi”, “primi passi”) e della differenziazione del pannolino in base al sesso del bambino, facilitando la scelta durante l’acquisto e soprattutto il comfort del bambino stesso.

Con il passare degli anni, i pannolini variano in base alla posizione degli elastici, alle barre di cotone per chiudere il pannolino e anche in base al risultato che si desidera ottenere. Sono stati creati pannolini per il giorno e pannolini per la notte. Pampers è diventato uno dei principali brand di pannolini, ma non si limita a ciò, producendo anche le salviette, per assicurare una pulizia profonda a tutti i bambini e anche i teli, per l’igiene e la protezione.

photo credit: kikuyumoja via photopin cc