Panariello non esiste ha ottenuto degli ottimi ascolti per la sua terza puntata. Questo grazie a tanti ospiti che sono stati messi a loro agio dai padroni di casa Giorgio Panariello e Nina Zilli: la lotta contro “Il maratoneta” è stata vinta dal varietà, che si è avvalso della simpatia di un mattatore e di tanta, tantissima musica.

Il tema trattato ieri nella puntata di “Panariello non esiste” è stato il confronto tra generazioni. Giorgio Panariello ha ospitato tra gli altri anche Claudio Baglioni, che si è esibito con il figlio chitarrista e ha dato vita, con un Panariello en travesti in versione Renato Zero, a un siparietto assolutamente spassoso.

Galleria di immagini: Giorgio Panariello e Nina Zilli

Ma ci sono stati anche dei momenti seri: a proposito di generazioni a confronto la serata ha voluto inviare un messaggio sociale di sensibilizzazione per i giovani che fanno uso di alcool per poi mettersi al volante. Tanti i messaggi dal Web che hanno attestato che Giorgio Panariello ci ha preso stavolta, in controtendenza con quanto accaduto nella prima puntata.

Tra gli ospiti anche Rocco Papaleo in versione dottor Frankenstein, Massimo Ranieri che ha cantato “Rose rosse” ed è stato confuso con l’omonimo allenatore dell’Inter a puro beneficio del pubblico, ma anche Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Riccardo Fogli. Un simpatico siparietto c’è stato anche con Alessio Vinci, per cui Panariello ha inscenato lo sketch di Zoloastro da Peledola, un seguace di Leonardo da Vinci.

Fonte: La nostra TV.