La pancia gonfia è uno dei segnali di un disagio digestivo che invia il corpo: è importante quindi andare alla fonte per ripristinare l’equilibrio dell’apparato digestivo e non solo curare i sintomi. I farmaci antiacidi, spesso, tendono a stimolare più problemi e ad acuire la digestione lenta, i lassativi creano dipendenza, ma i gas sono imbarazzanti e le coliche fanno davvero male.

Si può ricorrere, allora, per contrastare gonfiore e gas, per alleviare i sintomi di acidità di stomaco in eccesso e per correggere gli squilibri nel tempo, ai rimedi omeopatici. L’Omeopatia, una medicina olistica non convenzionale, mette al centro non la malattia, ma il paziente: compito del medico omeopata è riportare l’organismo del paziente a uno stato di equilibrio, curandolo nella sua interezza.

Dunque, tenendo presente che ogni paziente è diverso e che deve stabilire insieme al medico una cura adatta ai suoi sintomi e alle sue peculiarità, ecco le due principali combinazioni di rimedi omeopatici che offrono sollievo e supporto in caso di difficoltà digestive e pancia gonfia.

Contro l’acidità si può utilizzare un classico esempio di sali minerali cellulari omeopatici combinati per liberarsi del sintomo. Nella digestione, l’acidità spesso è il risultato di una serie di errori alimentari, una mancanza di enzimi o uno squilibrio nei nutrienti di base. I risultati sono acidità, bruciore di stomaco, flatulenza, gonfiore e digestione lenta. Una combinazione omeopatica del genere aiuta a disfare i depositi di acido per velocizzare il sollievo:

  • Natrum phosphoricum. Il fosfato disodico o idrogenofosfato di sodio è la chiave per abbattere l’acidità di stomaco e altri acidi in tutto il corpo.
  • Natrum sulphuricum. Il solfato di sodio aiuta a ridurre gonfiore e gas, i liquidi in eccesso e altri sintomi legati alla digestione e ai fluidi corporei.
  • Silicea. La silicea o silice è un elemento molto abbondante in natura e migliora la digestione lenta, ostacolando la stipsi e la flatulenza.

Contro gonfiori e gas, bisogna supportare gli organi dell’apparato digerente con una combinazione di sali minerali cellulari omeopatici in grado di migliorare la digestione lenta e allevia sintomi come nausea, gonfiore, gas, indigestione, bruciore di stomaco, vomito. Questa è anche la chiave per un fegato sano:

  • Calcium fluoratum. Il sale cellulare dell’elasticità è molto importante per la chimica della digestione, in quanto in grado di limitare gli squilibri della digestione lenta soprattutto nei casi in cui, dopo aver mangiato, compaiano singhiozzo, flatulenza e nausea.
  • Natrum muriaticum. Il cloruro di sodio, cioè il sale marino, aiuta a bilanciare i fluidi, migliora la digestione e limita la combustione di gas, il bruciore di stomaco, la nausea e la costipazione.
  • Natrum sulphuricum. Il solfato di sodio cura le enterocoliti con diarrea acquosa mattutina e flatulenze ed è utile nelle colecistiti (con presenza di calcoli di colesterolo).