Per una pancia piatta e un corpo sempre in forma bisogna dire addio agli spuntini notturni. L’orario in cui il cibo viene ingerito infatti determina un diverso livello di assorbimento da parte dell’organismo. La notte i nostri organi hanno bisogno di riposo e costringerli a un surplus di lavoro può costare caro alla linea e al benessere.

Per rimanere sempre in forma e avere una pancia piatta e tonica il corpo deve restare a digiuno per circa 12 ore ed è vietato introdurre calorie durante questo lasso di tempo. Lo afferma uno studio effettuato da Satchidananda Panda del Salk Institute for Biological Studies e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism.

La ricerca svolta su delle cavie ha evidenziato come distribuendo il cibo durante 8 ore giornaliere si è evitato il rischio obesità, diabete e colesterolo alto, seppur in presenza di una dieta ricca di grassi. I topolini che invece sono stati lasciati liberi di mangiare 24 ore su 24 hanno presentato un aumento di peso sostanziale e anche l’insorgenza di alcune patologie.

La spiegazione di quanto scoperto risiede nella storia evolutiva dell’uomo. Per milioni di anni l’organismo umano è stato abituato a cibarsi esclusivamente durante il giorno e solo nell’epoca più moderna in particolare dal dopoguerra a oggi si è iniziato a mangiare anche di notte.

E non è un caso se il sovrappeso, l’obesità e le malattie a esse correlate sono aumentate esponenzialmente negli ultimi decenni. Il troppo benessere, i ritmi di vita più veloci e sregolati sono alla base di questa nuova insana abitudine di mangiare anche durante la notte.

Tutti gli organi interni del nostro corpo, tra cui stomaco e fegato che sono quelli deputati alla digestione e metabolizzazione degli alimenti, hanno un orologio interno secondo il quale è regolata la produzione ad esempio degli enzimi digestivi.

Per questo motivo il cibo introdotto nella fascia oraria in cui gli organi dovrebbero riposare causa uno scompenso a livello metabolico e di produzione di glucosio con un effetto immediato sul girovita con un accumulo di grasso che non giova ne alla linea ne alla salute. In conclusione: se si vuole mantenere la linea bisogna dire addio agli spuntini notturni.