Si chiama #PantyChallenge la nuova moda che sta impazzando tra le adolescenti su Twitter e ha innescato grosse polemiche tra gli utenti di tutti il mondo: in questa sfida social nata negli Stati Uniti le ragazze pubblicano in rete le foto delle loro mutandine mentre sono sedute sul water, dimostrando così che sull’indumento intimo non c’è traccia di secrezioni vaginali.

Perché? Con quegli scatti le giovani donne vorrebbero gridare al popolo della rete che sono in ottima salute visto che, non avendo perdite vaginali, di sicuro le loro parti intime funzionano per il meglio e non c’è il rischio di avere nessuna malattia sessualmente trasmissibile.

In verità il messaggio che passa da quelle immagini è decisamente sbagliato e, molto probabilmente, alcune ragazze hanno utilizzato anche Photoshop per ripulire la biancheria. Le secrezioni vaginali sono fisiologicamente normali nelle donne e vengono prodotte dalla cervice uterina in base alle variazioni ormonali, quindi risultano fondamentali per la buona salute delle nostre parti intime e, inoltre, consentono una buona lubrificazione della vagina mantenendola pulita. Avere delle perdite è, quindi, normalissimo ed è importante sapere che appaiono per la prima volta con l’arrivo della prima mestruazione per poi ripresentarsi puntualmente con i cambiamenti ormonali: dal momento del ciclo all’ovulazione, passando per l’eccitamento sessuale, l’utilizzo di contraccettivi orali e la gravidanza.

Al contrario, bisogna preoccuparsi se le mutandine sono sempre intatte e pulitissime in quanto potrebbe essere sintomo di una grave secchezza vaginale: in quel caso non c’è niente di cui vantarsi e, invece di scattare foto da pubblicare sui social, sarebbe consigliabile consultare un ginecologo per capire cosa non va.