L’interprete di una escort contro il mondo delle escort? Paola Cortellesi sarà una ragazza squillo nella nuova commedia “Nessuno mi può giudicare“, film diretto da Massimiliano Bruno nelle sale italiane da mercoledì 16 marzo, ma lei dichiara che per entrare nel mondo dello spettacolo non è quella la via obbligatoria.

La Cortellesi attualmente si sta dividendo tra gli impegni con la conduzione di “Zelig” in TV e la promozione per questo suo nuovo progetto cinematografico, giunto subito dopo il successo di “Femmine contro maschi“; se per questo Fausto Brizzi ne (“Notte prima degli esami”) firmava la regia, di “Nessuno mi può giudicare” ha invece scritto la sceneggiatura insieme al regista Bruno e a Edoardo Falcone.

Galleria di immagini: Paola Cortellesi

Sebbene il copione sia stato scritto un anno fa, il ruolo interpretato da Paola Cortellesi risulta attuale oggi più che mai. Il suo personaggio è infatti quello di un’escort, proprio come le varie Ruby Rubacuori, Iris Berardi e le ragazze dell’Olgettina che tanto stanno facendo discutere in questi giorni (e negli ultimi mesi).

Cosa ne pensa però la simpatica attrice di questo mondo?

“Il tema delle escort è attuale, ma è un mestiere che esiste da sempre. Io non mi permetto di giudicare le professioniste. Ho un’opinione mia, ma non posso giudicare un adulto che fa delle scelte. Un adulto che decide di fare una cosa del genere non obbligato.”

La Cortellesi non è però d’accordo con chi associa necessariamente queste “scorciatoie” al mondo dello spettacolo:

“È proprio questo che mi fa male. Associare al mio mestiere un certo tipo di ragazze che per lavorare nello spettacolo cercano delle scorciatoie. Trovo avvilente far credere un po’ a tutti (cosa di cui è responsabile anche la stampa) che questo è un passaggio obbligato per le giovani e belle ragazze che vogliono fare questo mestiere. Il 99% delle persone che fanno questo mestiere, almeno quelle che conosco, che sono tante, hanno fatto scuole teatrali e tanta gavetta.”

Nel cast di questa commedia di estrema attualità in arrivo nei cinema dal 16 marzo figurano oltre alla Cortellesi anche Raoul Bova e Rocco Papaleo.