In questa stagione non si è ancora vista sullo schermo, eppure Paola Perego, ha già fatto parlare tanto di sé. Prima la lite a distanza con Barbara D’Urso, che le è succeduta al timone della Domenica di Canale 5, poi il tanto vociare su “La Tribù“, il nuovo reality Mediaset, più volte rimandato e alla fine soppresso.

Rimasta temporaneamente a secco di lavoro, la Perego ha raccontato ad Alfonso Signorini, su “Chi” in edicola dal 14 ottobre, i suoi progetti futuri:

Tempo fa Rossella e Simona Izzo hanno scritto un TV movie in due puntate in cui dovrei recitare come protagonista, è un progetto molto interessante e Mediaset lo sta valutando.

Oltre a parlare del suo futuro d’attrice, la Perego, dice per la volta, pubblicamente, la sua sulla soppressione de La Tribù:

Forse l’azienda ha valutato che non fosse necessario partire più tardi, a stagione televisiva iniziata. Anche se mi ricordo che l’anno scorso “La talpa” partì tre settimane dopo il previsto e non ci furono problemi.

Una leggera vena polemica con Mediaset, che tuttavia, ci tiene a precisare la Perego, non intacca il suo ottimo rapporto con l’azienda:

Ho un contratto importante in scadenza fra un anno e, se ci sarà la volontà da entrambe le parti di rinnovarlo, non ci saranno problemi. Ho sempre fatto quello che dice l’azienda, anche in questo caso.

Infine, giusto per non farsi mancare niente, una leggera stoccatina alla Ventura e alla sua isola:

All’Isola hanno detto che nessuno del nostro cast gli interessava. Vedremo se è così.