Si chiama Paola Severino, è napoletana, ha 63 anni ed è il nuovo ministro della Giustizia del Governo Mario Monti. Prima donna a ricoprire questo prestigioso incarico nella storia della Repubblica italiana, la Severino è avvocato penalista e vicerettore dell’Università Luiss “Guido Carli”.

Nel corso della sua lunga e brillante carriera, la Paola Severino ha svolto anche consulenze per numerose società, banche e associazioni di categoria, oltre che essere stata membro di commissioni ministeriali per la riforma della legislazione penale e processuale.

Galleria di immagini: Governo Monti

Paola Severino non è nuova a essere la prima donna che raggiunge alte cariche istituzionali, è infatti stata vicepresidente del Consiglio della Magistratura Militare, incarico mai coperto prima da una rappresentante femminile.

Nel 2001 ricevette proprio in virtù di questo ruolo il “titolo” di manager più pagata d’Italia. E se non bastasse nel 2009 ha anche ricevuto il Premio Marisa Bellisario dedicato al tema delle “Donne per una giustizia giusta”.

Il nuovo Ministro vanta quindi un curriculum di tutto rispetto, che vede a livello politico anche la collaborazione nello staff di Giovanni Maria Flick, ministro della Giustizia nel governo Prodi.

Accanto alle sue doti riconosciute di manager e avvocato, Paola Severino accosta una caratteristica altrettanto importante, quella della discrezione. In tanti anni di presenza a livello istituzionale e privato è infatti quasi impossibile trovare sue interviste e dichiarazioni.

Fonte: L’Unità