È una sottile linea rosa a legare le artiste che hanno contribuito alla realizzazione dell’ultimo lavoro di Paola Turci, “Giorni di Rose“, da oggi nei negozi di dischi. È il secondo album della sua trilogia, iniziata con “Attraversami il cuore”, e sarà interamente al femminile, con brani composti e cantati da sole donne.

Marina Rei, Fiorella Mannoia, Carmen Consoli e Nada quindi hanno contribuito alla riuscita di questo nuovo lavoro della cantante romana, e a chi le chiede il motivo della sua scelta, la Turci risponde cosi:

Il mio intento è quello di disegnare una nuova primavera musicale. È una sottile linea rosa in cui le canzoni si riflettono con leggerezza e delicatezza. Le donne sono in grado di mantenere questo atteggiamento anche quando affrontano temi struggenti.

Oltre alle colleghe che stima di più, come lei stessa le ha definite, Paola Turci canta i sette brani inediti grazie anche all’aiuto di autrici quali Chiara Civello, che ha composto il testo di “Cuore Distratto”, Naif Herin, che ha scritto “Tous le jour” e “Goccia ancora”, in cui è intervenuta anche in voce, Grazia Verasani, per “Odiarti e amarti”, Ginevra Di Marco, autrice del brano che da il titolo all’album, “Giorni di rose”. Oltre a questi il capolavoro al femminile contiene anche “Danza intorno al sole”, già trasmesso dalle radio, con musica di Carmen Consoli e testo di Nada, “Se non ho te”, di Marina Rei, e “Lunaspina”, duettato con Fiorella Mannoia e scritto a suo tempo per questa stessa artista da Ivano Fossati.

Paola Turci presenterà l’album con un concerto al Blue Note di Milano il 29 aprile, e poi nelle Fnac di tutte le maggiori città italiane, soddisfattissima di questo suo nuovo lavoro e della sua esperienza vissuta tra donne, colleghe e amiche. Non c’è che dire, la Turci ci ha messo dentro tutta se stessa, e ha fatto trapelare nel modo migliore il suo periodo di donna innamorata.