I quattro appuntamenti della trasmissione “Vieni via con me” hanno colpito nel segno: un picco di ascolti notevole e soprattutto una serie di messaggi mirati alla coscienza degli italiani. Un vero e proprio esperimento riuscito, secondo Paolo Ruffini.

Il direttore di Rai Tre ha dichiarato di voler assolutamente replicare il successo della trasmissione e sta già lavorando per preparare una prossima edizione di “Vieni via con me”. Il pubblico ha risposto positivamente agli stimoli che il conduttore Fabio Fazio e il giornalista Roberto Saviano hanno inviato continuamente:

In attesa della prossima serie, delle prossime volte, il prossimo anno, prima possibile. Perché come tutti mi auguro e lavorerò da subito perché questa esperienza non sia archiviata e si possa invece ripetere, archiviando piuttosto le polemiche.

Le liste, presentate dai più disparati personaggi, sono state un gran bel modo di far riflettere gli italiani sulla condizione attuale del paese. E ai piani alti, la dirigenza Rai non può certo lamentarsi del risultato in termini di share.

Per questo motivo, in pieno stile del programma, Paolo Ruffini ha voluto ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno lavorato allo show:

Una sola cosa, anzi una sola parola. Grazie. Grazie a Fazio, a Saviano, a tutti quelli che lo hanno reso possibile, a tutti coloro che vi hanno partecipato e a tutti quelli che lo hanno scelto, guardato, apprezzato. Per un programma bello, solo apparentemente semplice. Che ci ha fatto riflettere sul nostro Paese e sul nostro tempo. Che ci ha fatto pensare, e compilare elenchi, su quel che siamo, e su quel che potremmo essere. Sulla televisione come è e come potrebbe essere. E su molte altre cose ancora.

Visto le critiche iniziali, è già un miracolo che questa trasmissione sia andata in onda per soli quattro appuntamenti. Sarà davvero possibile riproporla in futuro, magari dandole uno spazio fisso in prima serata come Annozero o Ballarò?