Benedetto XVI, il Papa, sarà vittima di un omicidio? Parla di un complotto ai danni del pontefice l’appunto riservato che viene pubblicato oggi dal Fatto Quotidiano, che si riferisce alla recente visita di Joseph Ratzinger in Cina.

Il documento, che afferma come il Papa Benedetto XVI sarà vittima di un omicidio entro la fine del 2012, reca la data del 30 dicembre 2011, ma è finito tra le mani del pontefice solamente a gennaio.

Galleria di immagini: Papa Benedetto XVI

Pare che il testo riporti dei colloqui riservati avvenuti nel corso di quel viaggio, in particolare tra il cardinale Dario Castillon e l’arcivescovo di Palermo Paolo Romero.

Nel documento viene indicato anche un probabile “preferito”, ossia colui che nel collegio dei cardinali potrebbe essere designato come successore di Benedetto XVI, cioè l’attuale vescovo di Milano Angelo Scola. Il documento è stato redatto in tedesco, la lingua del Papa, forse per non essere accessibile a tutti e porta il termine mordkomplott, ossia “complotto di omicidio”.

Le ragioni di questo presunto omicidio e le modalità non sono state diffuse, ma si ipotizza che si tratti di dinamiche interne al Vaticano, un po’ come la teoria del complotto relativa alla morte del pontefice Giovanni Paolo I, Papa Luciani. Se così non fosse, potrebbe anche essere a causa della portata innovativa e rivoluzionaria che molti cattolici attribuiscono a Benedetto XVI, al contrario dell’opinione pubblica che l’ha sempre dipinto come un papa conservatore.

Fonte: Il Fatto Quotidiano.