I paralumi in tessuto impreziosiscono l’arredamento di un’abitazione, ma se in tessuto possono rappresentare un gran ricettacolo per la polvere o per le macchie. Proprio per questo motivo bisogna ricordarsi di pulirli spesso (tanto più se in casa vi sono soggetti allergici agli acari della polvere), sia per eliminare eventuali depositi polverosi sia per mantenere intatta la loro bellezza.

Bisogna però fare molta attenzione quando si puliscono i paralumi in tessuto poiché, spesso, possono essere fatti di tessuti piuttosto delicati (seta oppure carta di riso). Occorre dunque sapere, in base al tessuto, qual è il metodo migliore per pulire il paralume: questo affinché la pulizia sia efficace ma al tempo stessa rispettosa dell’integrità dell’oggetto. Regola comune quando si puliscono i paralumi in tessuto (di qualunque tipo essi siano) è però quella di staccare la presa della corrente, in modo da evitare spiacevoli incidenti.

Paralumi in tessuto: togliere la polvere

Uno dei metodi più immediati per togliere la polvere dai paralumi in tessuto è quello di servirsi di panni catturapolvere usa e getta oppure di panni e/o piumini in microfibra. In alternativa, si possono impiegare anche pennelli o spazzole con adesivi (le stesse che si utilizzano per togliere polvere o piccoli residui dagli abiti oppure i peli dai tessuti su cui si sono poggiati animali).

Paralumi in tessuto: come pulirli

Per pulire in modo più approfondito i paralumi in tessuto esistono però anche altri metodi, che possono al tempo stesso aiutare a preservare pure  la bellezza del materiale ma anche a lavar via le macchie che col tempo potrebbero apparire.

Un primo metodo efficace prevede l’impiego del bicarbonato di sodio. Basta sciogliere tre cucchiai in un bicchiere di acqua e poi applicare la soluzione ottenuta sul tessuto del paralume e lasciarlo agire per circa dieci ore. Per terminare l’operazione al meglio, va spazzolato via tutto il residuo lasciato dal bicarbonato di sodio e infine, grazie all’ausilio di un panno imbevuto di acqua pura, si procede con una leggera pulitura finale.

In alternativa al bicarbonato di sodio, si possono usare efficacemente anche sale e limone. Come? Basta mettere in un bicchiere di acqua il succo di un limone intero spremuto e un cucchiaio di sale. Le parti ingiallite o macchiate del paralume in tessuto vanno poi tamponate con questa soluzione (ci si può servire di una spugna) ripetendo l’operazione a due ore di distanza dalla prima volta e poi, dopo circa otto ore, passando sul paralume un panno inumidito con un po’ di acqua pura.