L’horror che ha fatto terrorizzare l’America è tornato nelle sale d’oltreoceano, sbaragliando la concorrenza nel giro di un solo weekend. “Paranormal Activity 3” al suo esordio ha già totalizzato una cifra stellare, pari a 54 milioni di dollari in soli tre giorni, lasciando di gran lunga indietro “Real Steel” e il remake di “Footloose”, rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Un successo di botteghino assolutamente sorprendente che attesta il film diretto da Henry Joost e Ariel Schulman come il primo horror campione d’incassi a pochi giorni dall’uscita in sala, superando anche il precedente “Paranormal Activity 2” che si era fermato a “soli” 40,7 milioni.

Galleria di immagini: Paranormal Activity 3

La cosa assolutamente sconvolgente e al limite del paranormale (come da titolo), nasce dal fatto che il terzo capitolo della saga è costato alla produzione solo 5 milioni di dollari e, solo alle anteprime di mezzanotte, questa cifra era stata abbondantemente superata, guadagnando 8 milioni. Un ricavato esorbitante rispetto ai normali guadagni del cinema.

Decisamente fortunata è stata poi la scelta di inserire l’uscita della pellicola proprio nella settimana di Halloween, festa che negli USA è molto sentita e che porta nelle sale tantissimi americani con la voglia di vedere un film horror.

Il film, essendo un prequel, non si discosta di molto dai precedenti capitoli, mantenendo più o meno lo stesso stile dei precedenti e un cast identico che, a quanto pare, non ha lasciato deluso proprio nessuno. Non ci resta quindi che aspettare il quarto episodio che, con i risultati ottenuti, non tarderà di certo ad arrivare.

Fonte: Il Corriere della Sera, Badtaste