Paranormal Activity” è il film horror più atteso del 2010. Diretto dall’esordiente Oren Peli, il film esce oggi nelle sale italiane.

Negli Stati Uniti, “Paranormal Activity” è stato un vero caso cinematografico: un horror a basso budget che ha incassato centinaia di milioni di dollari in pochi mesi.

Dopo una wide release americana ristretta a sole 12 sale con uno spettacolo di mezzanotte, il film è arrivato ad invadere gli Stati Uniti incassando oltre 110 milioni di dollari.

La Paramount ha sviluppato un’intelligente e innovativa operazione di marketing virale: il primo trailer in circolazione mostrava poco del film e molto del pubblico in sala che rimaneva atterrito dalla visione. Si invitava così il pubblico a cercare informazioni sul film nel Web. Dopo il crescente interesse sul Web mostrato per il film, la Paramount ha chiesto ai fan del film di ricorrere al sistema “Demand IT!” di Facebook per poi scegliere le città che per prime lo avrebbero avuto nelle sale. Inoltre era possibile attraverso Eventful.com chiedere il passaggio del film nella propria città, con l’obiettivo di raggiungere un milione di richieste al fine di distribuire la pellicola su tutto il territorio nazionale. Grazie a questo passaparola, il film ha battuto ogni record d’incassi.

Oren Peli è riuscito anche ad attirare l’attenzione di Steven Spielberg, che è rimasto letteralmente terrorizzato dalla storia di “Paranormal Activity”. Spielberg, dopo aver suggerito un finale diverso da quello originariamente previsto, ha deciso di partecipare alla distribuzione della pellicola.

Così a fronte di un’esigua spesa di appena 15 mila dollari, Oren Peli ha conquistato Hollywood.

Il suo film è diventato un caso cinematografico prima ancora di arrivare nelle sale e Peli è stato incluso dalla rivista Filmmaker fra i “25 volti nuovi del cinema indipendente”.