Katie Featherston e Micah Sloat, protagonisti di “Paranormal Activity“, film horror diretto dall’esordiente Oren Peli, hanno rilasciato, nei mesi scorsi, alcune interviste. I protagonisti del film di Peli sono entrambi attori esordienti e hanno svelato qualche curiosità su di loro.

Abbiamo raccolto le battute più interessanti.

“Che cos’è cambiato per voi dopo il fenomenale successo del film?”

Katie:

“Tutto! È successo così tanto e così velocemente che è difficile da metabolizzare. Ogni volta che penso “meglio di così non può andare”, subito va ancora meglio di prima. Abbiamo incontrato tantissima gente, abbiamo viaggiato tanto e la risposta da parte dei fan è stato incredibile. Questo è più di…non riesco neanche a finire la frase”.

Micah:

“È veramente incredibile quello che sta succedendo! Vorrei sottolineare il fatto che è divenuto un fenomeno grazie ai milioni di fan che ci hanno seguito e che lo hanno reso possibile. Amiamo i fan, ci seguono su Twitter, Facebook, ci mandano messaggi. È anche il vostro film e noi apprezziamo veramente ogni singola persona che ha visto il film e che ha reso possibile il suo successo”.

“Quanto dei dialoghi era scritto e quanto invece avete dovuto improvvisare?”

Katie:

“Oren aveva ben chiaro la direzione che avrebbe dovuto prendere il film e che cosa ci dovesse essere in ogni singola scena, ma tutti i dialoghi erano improvvisati”.

Micah:

“Oren ci diceva: “Abbiamo bisogno di questo e questo e avete trenta secondi, andate!” e noi già lo facevamo. Abbiamo lavorato molto velocemente e molto bene insieme, infatti abbiamo girato un intero film in soli 7 giorni lavorando 18 ore al giorno”.