Paranormal Activity” è un film horror dell’esordiente Oren Peli che esce oggi nelle sale.

Questo film è sicuramente una pellicola da record: costato appena 15 mila dollari ha scioccato e terrorizzato gli Stati Uniti guadagnando oltre 110 milioni di dollari.

La storia si svolge a San Diego, dove una giovane coppietta di fidanzati, Micah e Katie, si trasferiscono in una nuova casa. Nella casa però succedono strani incidenti: luci che si accendono, porte che sbattono senza alcun apparente motivo. La misteriosa presenza si manifesta soprattutto durante le ore notturne. Micah decide allora di posizionare una videocamera in camera da letto per registrare tutto quello che accade. La videocamera registra tutto e si assiste ad un’escalation di attività paranormali.

Mentre Micah decide di sfidare la misteriosa presenza e cerca di reagire, Katie cade nell’angoscia più assoluta perché si sente direttamente perseguitata dall’entità negativa. Neanche un sensitivo a cui si rivolgono può aiutarli, e così i ragazzi cercano di risolvere la questione a modo loro.

Girato nella sua casa di San Diego in soli sette giorni e con il supporto di una troupe di tre persone, tra cui il regista, la sua compagna e il suo migliore amico, “Paranormal Activity” si ispira ad eventi realmente accaduti al regista stesso e alla sua fidanzata dopo il trasloco in una nuova casa infestata di rumori sinistri.

In realtà il regista Peli non apporta nessuna novità con questo film: è interamente girato con la telecamera a mano e l’idea di rendere partecipe lo spettatore con una pellicola dalla struttura amatoriale è stata già sviluppata con successo dagli autori di “Blair Witch Project” alcuni anni fa.

Non c’è splatter, né sangue e la stessa misteriosa entità avrà un volto solo negli ultimi fotogrammi.

Nonostante l’idea di base della casa scricchiolante sia buona e il film sia ben costruito, pecca profondamente di realismo. L’accanimento della coppia a voler restare nella casa “infestata” e il riuscire a dormire sonni tranquilli ogni notte sembra molto improbabile.

Inoltre la tensione dovrebbe essere altanelante in un film horror, invece a parte qualche fotogramma interessante, la stessa trama cade nella banalità e monotonia.

Ogni sequenza anticipa ciò che accadrà in quella successiva e lo stesso finale risulta scontato e prevedibile.