Paranormal Activity” è l’horror che ha terrorizzato l’America.

Lo stesso Steven Spielberg avrebbe dichiarato di averci messo ben due giorni per vederlo tutto per la troppa e angosciosa paura.

Eppure tra tanto orrore ci sono anche molti errori o passaggi poco chiari.

Molti quesiti e perplessità restano insoluti durante la visione del film: chi riuscirebbe a dormire sonni tranquilli in una casa infestata? Perché insistere a voler rimanere dentro quella casa, notte e giorno?

Oltre ai dubbi ci sono anche molti goffi errori.

Come riporta Moviemistakes, l’errore principale è una questione temporale: il film inizia il 6 ottobre e finisce l’11 ottobre. La telecamera però registra per 21 notti, come risulta dalla scritta sullo schermo. Anche se il film iniziasse il 6 settembre, e non in ottobre, i conti non tornerebbero…allora da dove escono queste 21 notti?

Altri errori riguardano dei particolari: ogni sera Micah e Katie si assicurano di aver inserito l’allarme, eppure in più di un’occasione Katie esce nel cuore della notte e nulla suona.

Un altro errore divertente riguarda la scena in cui Micah si affaccia nella soffitta e scopre la foto. Nonostante la foto si trovi decisamente alla sua sinistra, Micah affermerà di averla trovata ad altezza del letto, che sicuramente è posto alla sua destra! Naturalmente la soffitta è piena di polvere e ragnatele, ma il giovane Micah non si sporca minimamente.

Un’altra curiosità riguarda l’inquadratura di una Iron Gym pull-up bar. Il film riporta la data del 2006, eppure l’Iron Gym è uscito solo l’anno successivo.

Sorprendenti, infine, risultano essere le impronte lasciate dall’entità misteriosa: zampe di gallina o mani umane? Nel caso in cui fossero mani umane, ciò significherebbe che l’entità è un acrobata bravissimo a percorrere l’intero corridoio sulle mani.