La Parigi Haute Couture, l’evento dedicato alle creazioni per la stagione primavera-estate 2012, si è chiusa ieri con le ultime sfilate dopo ben tre giorni totalmente dedicati alla moda internazionale. Ultimi a salire in passerella, tra i nomi più importanti del fashion, sono state le maison Elie Saab, {#Jean-Paul Gaultier} e {#Valentino}

Galleria di immagini: Parigi Haute Couture p/e 2012, terzo giorno

Colori tenui e linee morbide per Elie Saab che, anche per la prossima stagione, ha immaginato una donna eterea e romantica che gioca con le luminosità del bianco, del rosa e dell’azzurro fino all’acquamarina al corallo e allo champagne su abiti che scivolano sul corpo grazie a sovrapposizioni di tessuti impalpabili. Tulle di seta e disegni di cristalli donano luce alle morbide silhouette che segnano la vita, nettamente in contrasto con le spalle e le maniche ben definite. Anche le trasparenze fanno capolino, con un interessante pennellata di sensualità che si mescola alla perfezione con l’ensamble realizzato dallo stilista libanese.

Una sfilata dedicata a {#Amy Winehouse} quella di Jean-Paul Gaultier alla {#Parigi Haute Couture}, che trae ispirazione dello stile dell’artista scomparsa prematuramente lo scorso anno; abiti dai richiami retrò che mescolano colori abbaglianti come il fucsia, il giallo e il lime con i più classici bianco, nero e rosso fuoco. I tagli sono diversi: dal tailleur classico svecchiato grazie alle tonalità forti agli abiti fuori dagli schemi, aderentissimi e cortio di dimensioni maxi. Non mancano neanche leggings in pizzo, inserti in pelle e tessuti impalpabili che creano giochi di volume in graziosi abiti con gonna a corolla.

Tanti fiori su tessuti impalpabili e delicati per Valentino: giochi di tessuti accolgono le silhouette delle modelle scivolando dolcemente sul corpo; nascono così giochi di movimenti e spessori che ben si contrappongono alle trasparenze che lasciano scoperti peziosi centimetri di pelle. Sempre sul tema floreare sono le applicazioni in tessuto che costellano gli abiti in colori chiarissimi, con una netta predominanza del bianco più candido che diventa il leit motiv della collezione.