Parigi è una delle città più affascinanti del mondo: è la città della rivoluzione e della Bastiglia, del Louvre e dei battelli sulla Senna, della Tour Eiffel e dei ristorantini all’aperto.

In autunno la magia della città viene ulteriormente accentuata dai colori che la tingono: il giallo, il marrone e l’arancione delle foglie degli alberi che costeggiano la Senna, che ombreggiano i viali più importanti del centro, che rendono i giardini della città delle mete imperdibili.

Galleria di immagini: Parigi in autunno

Il clima tra i mesi di settembre e novembre è l’ideale per visitare la città: né troppo caldo, né troppo freddo, considerato che d’estate si arriva a temperature molto elevate e che in inverno il termometro tocca molto facilmente anche lo zero.

Imperdibili per gli splendidi colori di piante e alberi sono i Giardini di Lussemburgo, nel cuore del VI arrondissement della città – il famoso Quartiere Latino – a due passi dell’università della Sorbona e dal Pantheon.

All’interno del giardino troverete moltissime sedie in ferro, messe appositamente a disposizione per i visitatori del giardino, e noterete subito quanto sia comune per i parigini trascorrere i propri pomeriggi a leggere o chiacchierare comodamente seduti nei Giardini, come se fossero il salotto di casa. In autunno gli orari di apertura vanno dalle 7.30 alle 8 e i cancelli vengono chiusi tra le 17 e le 19.15.

Da visitare in questa stagione anche il “Jardin des Tuileries“, i giardini che si estendono dal palazzo del Louvre fino a Place de la Concorde. Facili da raggiungere grazie all’omonima stazione metropolitana a due passi da lì, i giardini presentano una ricca di varietà di piante e fiori, oltre che a un laghetto artificiale dove è possibile affittare delle barchette di legno per far giocare i bambini.

D’obbligo una visita nel Quartiere Latino, così chiamato perché un tempo la lingua ufficiale di quest’area che sorge intorno all’università Sorbona era proprio il latino.

Cuore del Quartiere è l’Abbazia di Saint-Germain-des-Prés, la chiesa più antica di Parigi, che si affaccia sull’omonima piazza caratterizzata dalla presenza di bar e localini con i tipici tavolini all’aperto.

A due passì da lì, in Rue Saint-Benoit, troverete numerosi bar e ristoranti, tra cui spicca il famoso Relais de l’Entrecóte (uno dei piatti francesi più tipici) che vi servirà un menù fisso composto da antipasto, due piatti di entrecóte con contorno di patatine e un dolce a scelta. La coda è solitamente molto lunga, ma vale davvero la pena aspettare.

Nella vicina Rue Bonaparte troverete numerosi negozi di libri antichi e stamperie, oltre alla pasticceria più famosa di Francia, Ladurée, ideale per una merenda e un momento di pausa dopo la visita alla città.

Continuando a esplorare il Quartiere Latino non potrete non notare Rue Saint-André des Artes, una stretta viuzza piena di ristorantini, pub e negozi di souvenir. Ancora più stretta la via coperta che collega questa Rue a Boulevard Saint Germain, dove si affaccia l’ingresso posteriore del famoso Café Procope, il primo caffè di Parigi e – secondo molti – uno dei più antichi caffè letterari d’Europa, frequentato, tra gli altri, da La Fontaine, Voltaire, Napoleone, Honoré de Balzac, Victor Hugo, George Sand, Paul Verlaine e Anatole France.

Per quanto riguarda gli eventi che Parigi ospita durante la stagione autunnale, da non perdere il Festival d’Automne, il festival delle arti contemporanee con un ricco calendario di performance di arte visiva, teatro, spettacoli di danza, concerti e proiezioni di film.

Per il più golosi, dal 20 al 24 ottobre Parigi ospiterà la tappa francese del Salon du Chocolat, presso l’Expo Porte de Versailles. Il Chocolate Show di Parigi metterà in scena sfilate a tema, dimostrazioni gastronomiche e workshop aperti a tutti.

Numerose sono le compagnie aeree low cost che collegano le principali città italiane alla capitale francese; un po’ più lungo il viaggio in treno, tramite la linea TGV, con treni diretti che partono da Milano tre volte al giorno e che arrivano nella centralissima stazione di Gare de Lyon.