Quarto giorno per la Parigi Fashion Week, stilisti di alto calibro durante questa giornata portano in passerella le loro creazioni per la primavera-estate 2012. Tornano infatti durante la kermesse più attesa dell’anno vere icone internazionali della moda come Vivienne Westwood, Lanvin, Christian Dior e Maison Martin Margiela.

Galleria di immagini: Paris Fashion Week: quarto giorno

Vivienne Westwood propone abiti creati con i più svariati materiali, dal pizzo al nylon, e decorati con stampe classiche rivisitate in chiave moderna, come pois e righe in versione maxi. Stessa cosa è per i colori, grazie a una vasta palette di tonalità che viene messa in gioco durante tutta la sfilata. Le forme sono per la maggior parte morbide, gli abiti sono larghi, ornati da drappeggi e strascichi voluttuosi. Eccentriche le {#scarpe}, in pieno stile Westwood, con maxi zeppa, così come il trucco delle modelle, dalla pelle bianca vampiro, ombretto giallo o arancione e labbra blu, look che la stilista ha spesso adottato anche per se stessa.

Lanvin presenta una linea sobria, dove i colori utilizzati non si spingono oltre il nero, il bianco e tonalità neutre quali il beige e il grigio. Le forme sono molto femminili, mettendo in risalto le curve del corpo della donna anche quando sceglie un più pratico look da ufficio, senza scollature e gambe non esageratamente in vista. Più ci si addentra nella collezione più le forme diventano aderenti e il corpo si rivela un po’ di più, sebbene anche le maxi-tute vogliano la loro parte, decorate da stampe di serpenti verdi su base nera. Gli abiti da cocktail sono particolarmente estrosi, soprattutto per le spille da balia che sembrano tenere insieme le parti del vestito, e a volte una scia di brillanti va a impreziosire il tutto. Si chiude con abiti formati da veli leggeri che lasciano le gambe completamente in vista, mentre fluttuano nell’aria per un risultato davvero sexy.

Stile glamour chic anni ’50 per la maison di Christian Dior, che presenta la sua collezione per la prima volta senza il direttore creativo John Galliano, sostituito da Bill Gaytten e il suo team. Molti gli abiti proposti nella linea per la prossima stagione estiva, dove fanno da protagonisti il plissettato, le ruches e gli chiffon. I colori osano con un rosso deciso, fino a giungere all’eleganza del nero e alla purezza del bianco. Le giacche per il look giornaliero invece presentano stampe con righe black and white, o maniche con decorazioni a mosaico che ben rappresentano lo stile delicato ma particolarmente sofisticato e femminile della casa di moda.

La Maison Martin Margiela si butta sui colori neutri del bianco, nero e nude, con uno sprizzo di colore dato dai vestiti con motivi orientali portati al di sotto di vere e proprie buste di plastica che vanno a preservare le modelle come veri e propri articoli da collezione. Isabel Marant crea una commistione di generi, partendo prima da vestiti dallo stile sportivo, con numeri stampati sulle magliette e tonalità multicolor abbinate tra loro fino ad arrivare al il finale, vero coupé de teatre in cui si assiste all’ingresso di pizzi e ricami che rendono gli abiti estremamente eleganti, raffinati e sofisticati.

Fonte: Grazia