Tessuti preziosi, sobrietà e guest-star in passerella. La terza giornata della Fashion Week parigina si è svolta all’insegna dello stile e dei grandi nomi della moda internazionale, da Balenciaga a Zac Posen.

Miranda Kerr ha sfilato per Nicholas Guesquière di Balenciaga, che ha presentato la sua collezione autunno inverno 2011/2012 incentrata sulla sperimentazione di tessuti diversi, e sul grande ritorno della pelle.

Galleria di immagini: Parigi Fashion Week - terzo giorno

La donna di Zac Posen è lineare, sobria, indossa pantaloni dal taglio dritto con dolcevita attillati. La palette è scura, dal verde oliva al nero senza dettagli che diano luce, caratterizzata da colori che esaltano la femminilità e la siluette delle modelle. Molto originali le giacche strette in vita e aperte sulle maniche, che fanno intravedere la mise di sotto.

Il designer indiano Manish Arora si mantiene invece fedele al suo stile fantasioso, coloratissimo a metà fra lo zingaro e il new age. È il trionfo dei contrasti di colore, delle tonalità vive e dei drappeggi.

Tessuti pregiati e ricche geometrie anche per la maison Balmain, la cui sfilata è stata caratterizzata da eleganza e cura dei dettagli. Su creazioni dalle linee sobrie spiccano applicazioni colorate, tuttavia in passerella trionfa indiscusso il lucido, evidente sulle maglie, sui pantaloni inseriti dentro gli stivali e sugli abiti. I colori sono prevalentemente basati sull’oro, il verde e il nero.

Luz ha presentato la sua collezione ispirata alle “armature morbide”, fatta di maglie di cashmere e lana rigida affiancate a capi di seta. Nina Ricci sembra invece guardare all’arte figurativa di Marlene Dumas e Tamara De Lempicka, realizzando abiti sensuali e avvolgenti senza essere volgari, con cappelli a tesa larga e pellicce voluminose. Tutto è incentrato sul nero e sul bordeaux, passando poi ai toni del rosa.