Il troppo successo da sempre più alla testa di queste giovani ragazze che, non contente di tutto ciò che hanno, devono sempre mettersi nei guai. È il turno dell’ereditiera Paris Hilton: ieri è stata arrestata, con altre persone, dalla polizia sudafricana a Port Elizabeth per possesso di marijuana dopo il match calcistico Brasile-Olanda.

Per sua fortuna, dopo essere andata in tribunale vestita con un cardigan beige, stivali, pantaloni verdi e con uno smagliante collier di perle, è stata subito rilasciata, poiché come spiega un magistrato inquirente durante un comunicato, le accuse nei suoi confronti sono state ritirate.

Ecco come si sono svolte le cose: la Hilton è stata arrestata allo stadio Mandela Bay insieme a un’altra donna, Jennifer Rovero, una fotografa freelance, la quale si è dichiarata colpevole e dovrà pagare una multa. Dawn Miller, l’agente dell’ereditaria, ha inviato un comunicato alla CNN in cui ha spiegato quanto segue:

L’incidente è stato un malinteso causato da un altro componente del gruppo. Le autorità si sono scusate per l’errore visto che lei non aveva niente a che fare con quanto accaduto.

Sarà tutto vero o la fotografa freelance, magari sotto pagamento, si è dichiarata colpevole per liberare Paris Hilton da qualsiasi accusa?