Nelle opere di ristrutturazione di una pavimentazione è spesse volte consigliato il parquet predefinito.Esso si presenta già verniciato, pratico e affidabile, già pronto da calpestare.

Negli ultimi anni l’impiego, soprattutto in ambito domestico, di questo parquet si è veramente diffuso, rendendo più caldo ed elegante ogni interno.

Il parquet predefinito è composto in listoni, realizzati in pino di Svezia e uno strato nobile in legno pregiato (di calpestio), di almeno 2,5 mm di spessore, generalmente già verniciati, con lacca opaca trasparente, indurita con trattamento a raggi UV, per garantire una forte resistenza all’usura, e quindi già pronto per la posa.

Per posare un pavimento in legno di questo tipo sono sufficienti appena un paio di giorni, e anche il costo è molto inferiore perché si aggira intorno ai 15 euro al  metro quadro, mentre il costo del materiale può andare dai 35 ai 60 euro al metro quadro, circa.

L’ installazione del parquet predefinito avviene con posa flottante, è una tecnica di applicazione la quale non occorre effettuare l’incollaggio al suolo dei listoni.

La posa si effettua previa interposizione, su un pavimento bene in piano, di un tappetino di poliuretano espanso da mm 2, avente funzione fonoassorbente e, se necessario, di un foglio di plastica apposito per prevenire eventuale umidità. Poi si appoggiano i listoni di parquet, forniti di incastro maschiato da incollare. Per una finitura migliore, ci sono zoccolini battiscopa in coordinato, che completano l’opera al meglio.

La pulizia e la manutenzione del parquet predefinito è molto semplice, basta un panno appena inumidito con acqua e un detergente neutro per rendere il parquet pulito e splendente.

photo credit: pkuhnke via photopin cc