Comincia oggi il Festival Internazionale del Cinema di Berlino, giunto ormai alla 62esima edizione. La kermesse cinematografica durerà fino al 19 febbraio nella capitale tedesca. Grande aspettativa per l’opera prima di Angelina Jolie, “In the Land of Blood and Honey”, a cui sarà riservata una proiezione speciale.

Galleria di immagini: Festival del cinema di Berlino

Il Festival Internazionale del Cinema di Berlino verrà inaugurato questa sera con la proiezione di “Farewell, My Queen” di Benoit Jacquot. La pellicola è l’adattamento cinematografico del romanzo del 2002 della scrittrice e storica francese Chantal Thomas e ritrae la sovrana francese – interpretata da Diane Kruger – giunta dall’Austria appena adolescente alla corte di Luigi XVI, in una veste molto diversa rispetto alla Maria Antonietta svampita di Sofia Coppola. Jacquot racconta con gli occhi della servitù e della dama di compagnia, Sidonie Laborde (Léa Seydoux), gli ultimi giorni alla corte di Versaille, nella metà di luglio 1789.

Tra le produzioni internazionali in concorso c’è anche il film del regista filippino Mendoza “Captive”, che ha come protagonista la diva francese Isabelle Huppert, che diventa una operatrice umanitaria rapita dagli estremisti islamici di Abu Sayyaf. Il regista e attore Billy Bob Thornton presenterà invece “Jayne Mansfield’s Car”, una storia ambientata durante la guerra in Vietnam. Fuori concorso c’è la pellicola britannica “Bel Ami”, riadattamento del classico di Guy de Maupassant, che vede protagonista l’idolo delle teenager Robert Pattinson al fianco di Uma Thurman, Kristin Scott Thomas e Christina Ricci.

Le altre pellicole fuori concorso che attendono con ansia di essere viste dal pubblico sono: “Flying Swords Of Dragon Gate” di Tsui Hark, “Extremely Loud And Incredibly Close” di Stephen Daldry con Tom Hanks, Sandra Bullock, Max von Sydow, “Shadow Dancer” con Clive Owen, Andrea Riseborough e Gillian Anderson. Nella sezione Panorama due film italiani, entrambi raccontano i fatti drammatici del G8 di Genova: “Diaz” di Daniele Vicari con Claudio Santamaria ed Elio Germano, e il documentario “The Summit” di Franco Fracassi e Massimo Lauria.

Il Festival presenta in totale 400 titoli; presidente della giuria sarà il regista britannico Mike Leigh, mentre l’attrice Meryl Streep sarà premiata con l’Orso d’Oro alla carriera, in seguito all’interpretazione brillante di Margareth Thatcher in “The Iron Lady”.

Fonte: Vogue