Partorire con dolore. È sempre avvenuto così, fin dalla notte dei tempi, e anche oggi che esistono valide alternative molte future mamme non sono affatto convinte di scegliere l’epidurale per mettere al mondo i propri figli.

L’argomento epidurale è infatti ancora abbastanza ostico, sebbene questa tecnica analgesica sia ormai praticata nella maggior parte delle strutture ospedaliere italiane. La scelta se farne uso o meno, tuttavia, spetta solo alla donna che sta per partorire, spesso indecisa e preoccupata riguardo i rischi ai quali può andare incontro.

Una premessa è però doverosa: solitamente gli ospedali, o cliniche, che mettono a disposizione delle pazienti l’epidurale, propongono una esaustiva informazione alcuni mesi prima del parto, in modo da chiarire ogni eventuale dubbio. I vantaggi sono tanti, il primo dei quali è che la mamma può mantenersi vigile durante il parto avvertendo meno dolore, e di conseguenza anche i tempi di recupero sono brevi.

Accertata l’assenza di controindicazioni, come malattie della coagulazione o allergia ai farmaci usati in questi casi, è bene anche aver presenti quali sono i rischi e i problemi che potrebbero insorgere a causa dell’epidurale, fortunatamente poco frequenti tanto da definire la tecnica sicura e affidabile.

Galleria di immagini: Gravidanza - parto

In rari casi si può parlare di emicrania, che comunque si risolve in pochi giorni, e altrettanto si può dire per le lesioni midollari o emorragie. L’anestetico non raggiunge il feto, che quindi non corre nessun rischio, tuttavia è possibile che durante il parto la neo mamma perdere leggermente la capacità di spingere durante la fase espulsiva, inconveniente che può rendere necessario l’uso della ventosa per estrarre in neonato.

Esistono tuttavia alcune teorie che bocciano totalmente l’epidurale, e non certo mettendone in discussione l’efficacia e le proprietà mediche. Secondo un ginecologo inglese, infatti, il dolore del parto crea un legame ancora più saldo tra madre e figlio, sia a livello mentale che fisico, regolando i tempi della nascita in modo naturale.