Partorire in casa in diretta web, senza imbarazzi e certa di realizzare uno spettacolo indimenticabile per un vasto pubblico di internauti. La trama di un film? Niente affatto, è l’idea bizzarra di una giovane donna statunitense, che farà nascere il suo terzo figlio tra le mura domestiche in un modo decisamente originale.

Lei si chiama Nancy Salgueiro, 32 anni, madre di due figli e professionista in chiropatica. Entrambi i suoi bambini sono nati in casa e accadrà così anche per il terzo figlio, anche se questa volta saranno in molti a poter osservare l’evento da ogni parte del mondo. Il perché di questa decisione è presto detto: promuovere il parto naturale in casa.

«Sento che è veramente importante per le giovani donne vedere quanto è normale e naturale il parto, soprattutto se non è disturbato da niente e nessuno.»

Il {#parto} di Nancy si svolgerà in acqua all’interno di una piccola piscina allestita in casa, che secondo la protagonista di questa vicenda è il metodo migliore per dare alla luce un figlio senza anestesia e analgesici vari.

Questo straordinario evento, previsto nella prima metà di ottobre, potrà essere visto in diretta Web sul sito personale di Nancy, YourBirthCoach.com, solo registrandosi in anticipo, e finora gli utenti che hanno aderito all’iniziativa sono oltre 800. Quando il piccolo nascerà sarà il figlio minore di Nancy a tagliare il cordone ombelicale, mentre la mamma sarà assistita da due ostetriche.

Nessun imbarazzo nel partorire davanti a un vasto pubblico? A quanto are no, anzi, è la stessa Nancy a sottolineare come sia molto più scomodo e imbarazzante per una donna correre in ospedale dopo la rottura delle acque e trascorrere le ore successive a gambe divaricate in sala parto, dove comunque il via vai di medici, infermieri e altro personale non manca. Il futuro papà, inizialmente titubante, ha poi accolto la richiesta della moglie con entusiasmo promettendo di fare il suo dovere e supportare la compagna al meglio.

Il parto in casa è attualmente un vero trend negli USA, dove il numero di donne che hanno scelto di mettere al mondo i propri figli tra le mura domestiche è salito del 20% dal 2004 al 2008.

Fonte: ParentCentral, YourBirhCoach