È una storia che ha dell’eccezionale, e che certamente riaccenderà la speranza in molte lettrici, quella che arriva dalla Danimarca e ha per protagonista una donna di 33 anni che è riuscita a rimanere incinta due volte, portando in entrambi i casi a termine la gravidanza, pur avendo subito in precedenza un trapianto di ovaie.

Vediamo di capire bene come sono andate le cose: la vicenda, infatti, ha inizio diversi anni fa, quando la giovane donna danese scopre di avere un tumore, e, prima di iniziare le sedute di chemioterapia, decide di sottoporsi ad un intervento di asportazione delle ovaie.

Così, il suo impianto ovarico è stato congelato e lei, nel frattempo, si è sottoposta alla chemio.

Una volta terminato il ciclo, 6 anni dopo, la donna si è sottoposta ad un trapianto di ovaie: si pensava, però, che pur avendo di nuovo il suo impianto riproduttivo le possibilità di una gravidanza fossero comunque scarse.

Invece, non è andata così: la 33enne ha infatti avuto due figli, entrambi i quali godono di ottima salute, in due distinte gravidanze avvenute a distanza di 18 mesi l’una dall’altra.

Il caso è finito sulla rivista scientifica Human Reproduction: se infatti sono nove al mondo i casi di donne rimaste incinte dopo un trapianto di ovaie, questa è la prima volta in assoluto che la gravidanza avviene in modo spontaneo, senza essere indotta medicalmente.

Una buona notizia per tutte quelle donne che, costrette a doversi sottoporre ai devastanti trattamenti per combattere il cancro, devono rinunciare alla maternità.