Pasquetta 2018 si avvicina e in tanti la aspettano per trascorrere una giornata all’aria aperta con la famiglia, gli amici o in coppia: quali sono quindi i parchi più belli per il picnic e le regole del galateo da rispettare per una convivenza pacifica con i vicini di prato?

La nostra redazione ha pensato a tutto: scoprite le 5 location più belle in Italia per il vostro picnic e tutto quello che c’è da sapere sul Lunedì dell’Angelo (meteo incluso).

 

Leggi anche Pasqua 2018, 6 viaggi da non perdere

Pasquetta 2018: i 5 parchi più belli per il picnic

Non in tutti i parchi d’Italia, cittadini e non, è permesso sostare per picnic o barbecue. Meglio dunque informarsi preventivamente per evitare spiacevoli sorprese o multe.

  1. Boscoincittà a Milano. Se sognate una grigliata, questo è il posto giusto per voi, vista l’area attrezzata presso la Cascina San Romano dove è possibile prenotare un portico tutto per voi (su cfu.it). A vostra disposizione ci sono anche 110 ettari di boschi, radure, sentieri, corsi d’acqua, orti urbani. Via Novara dalle 7.30 alle 20.
  2. Parco La Mandria a Torino. Sono presenti aree attrezzate libere per picnic con tavoli, in tutto il parco, e un’area barbecue all’ingresso di Venaria. Ingresso principale in viale Carlo Emanuele II, 256, zona Venaria Reale, dalle 8 alle 20.
  3. Parco Collinare di Canonica a Certaldo. Paesaggio da cartolina, tra colline e filari di cipressi, in questo parco che comprende un’area verde attrezzata con tavoli picnic, barbecue e giochi per bambini, sentieri trekking. Accanto ad esso anche il Parco Fluviale, lungo le sponde dell’Elsa. Via della Canonica.
  4. Villa Ada a Roma. Il secondo parco più grande della Capitale, dopo Villa Doria Pamphilj, permette non solo di godere della natura, ma anche di una notevole dose di cultura e architettura, tra gli edifici neoclassici, la palazzina residenza di Vittorio Emanuele e sua moglie Elena, e il Bunker fatto costruire da Benito Mussolini durante la Seconda Guerra Mondiale per la famiglia reale. Area attrezzata per picnic. Via Salaria, 267/273/275, dalle 7 al tramonto.
  5. Bosco della Ficuzza a Palermo. Sono 7.400 gli ettari di verde incontaminato tra Corleone, Mezzojuso, Godrano, Marineo e Monreale, che formano il bosco più antico della Sicilia. Un habitat unico per più di mille specie di vegetali e animali come volpi, donnole, lupi, ricci, uccelli selvatici e rapaci. Non mancano tavoli rustici, panche, posti cottura e fontanelle. Fuori il centro di Corleone, sulla SS118.

Pasquetta 2018: il galateo del picnic

Il picnic di Pasquetta è un momento di allegria e libertà all’aria aperta, ma non bisogna mai dimenticare l’educazione e la civiltà. Ecco, allora, alcuni consigli di cui tenere conto.

  • Il finger food. Potete evitare situazioni poco pratiche grazie al finger food, che per un picnic è permesso anche dal galateo: pizze rustiche, torte salate, tramezzini… avete solo l’imbarazzo della scelta.
  • Le porzioni per tutti. Non centellinate le porzioni di cibo, sarebbe scortese se qualcuno restasse senza o se non potesse fare il bis.
  • Attenzione ai bambini. I più piccoli vanno lasciati liberi di giocare ma tenuti d’occhio per due motivi: in primis, per la loro sicurezza e poi perché non devono dare fastidio ai “vicini di prato”.
  • Il volume della musica. Un po’ di musica è concessa in un giorno di festa ma assicuratevi che non disturbi nessuno: il volume dev’essere contenuto e la musica scelta dovrà possibilmente interrompersi dalle 14 alle 16, orario del riposino pomeridiano.
  • La pulizia dell’area. Inutile dire che l’area in cui avete fatto il picnic deve essere completamente ripulita dai rifiuti che andranno poi divisi tra raccolta differenziata e indifferenziata.

Pasquetta 2018: il meteo

Le previsioni meteo non sono sempre attendibili, tuttavia, ad oggi, il sito dell’Aeronautica Militare ha già dato alcune indicazioni per i giorni di Pasqua e Pasquetta.

Nella giornata di domenica sono previsti al mattino annuvolamenti su Alpi, Triveneto e regioni centro-meridionali tirreniche, con rovesci sparsi su Campania e le zone tirreniche più a Sud. Dal pomeriggio è prevista una tendenza di graduale attenuazione della nuvolosità, che dovrebbe determinare il tempo di Pasquetta, con ampie schiarite prima al nord e poi al centro, mentre bisogna aspettare la serata per un miglioramento al Sud.