Paul McCartney compie 70 anni. Uno dei quattro componenti dei Beatles, quello che in una celebre leggenda metropolitana è stato dato per morto, è in realtà vivo e continua a ispirare musicisti in tutto il mondo. Come Paul Weller, ex leader dei The Jam, che ha composto una cover di Birthday, scaricabile a pagamento da oggi e i cui proventi saranno devoluti all’organizzazione War Child.

Weller ha parlato di Paul McCartney:

Galleria di immagini: Paul McCartney

«Quell’uomo è stato e ancora è un’ispirazione immensa e continua per me. È stato per lui e per i suoi tre amici che ho preso in mano la chitarra. L’ho visto suonare di recente e mi ha ispirato come sempre, era bravissimo.»

Spesso schiacciato dal carisma innegabile del genio di John Lennon, con cui firmava per contratto tutti i pezzi dei Beatles, Paul McCartney era in realtà il talento dietro cui si nascondono ballate immortali come Yesterday, Michelle, Let It Be. Ma soprattutto il principale artefice di Sgt. Pepper’s Lonely Heart Club Band, la cui copertina e le cui tracce fanno parte a tutti gli effetti della teoria del complotto sulla morte del Macca.

Lo stesso Lennon gli dedicò una canzone-invettiva, How Do You Sleep?, in cui negava il talento dell’allora amico-nemico, dopo la separazione dei Fab Four. Eppure McCartney fu anche autore di uno dei pezzi più rappresentativi del rock mondiale, Helter Skelter, tristemente nota anche per aver ispirato il serial killer Charles Manson e il suo massacro di Cielo Drive.

Fonte: Il Sole 24 Ore.