In estate, in spiaggia o in piscina o nei parchi o dovunque tu voglia fare un bagno di sole con il tuo bambino, ricorda che devi tenere sempre sotto controllo la sua pelle, sensibile al massimo alle radiazioni solari.

È pur vero che stiamo insistendo sull’argomento, ma è proprio il caso di ricordare che il sole preso con buon senso e seguendo poche regole (solari appropriati e protezioni) fa bene ai bambini, soprattutto ai bambini. Però devi evitare le ore più calde, proteggilo bene anche con magliette, cappellini, occhialini e goditi insieme a lui tutti i benefici del sole.

Il sole protegge il sistema immunitario perché i raggi solari, soprattutto quelli UVA, rafforzano nell’organismo la capacità di combattere le malattie. Migliora l’assorbimento del calcio e del fosforo contenuto negli alimenti, quindi aiuta a rafforzare le ossa e previene l’insorgenza di alcune malattie, come l’osteoporosi. E poi rende più bella la pelle e fa bene all’acne. Ma nonostante tutti i benefici, devi limitare l’esposizione.

Comunque, ti diamo qualche suggerimento per aiutarti a proteggere la pelle del tuo bambino. Durante il primo anno di vita, tienilo al riparo dal sole il più possibile. Una scottatura seria potrebbe portare problemi seri per il benessere della sua pelle. Perciò, non esporre il bambino al sole nelle ore più calde. E se ha la carnagione chiara, ricordati che la pelle chiara si scotta più facilmente e che i bambini biondi e quelli che hanno i capelli rossi sono più a rischio.

E ancora: proteggi la sua pelle con una crema che abbia un filtro solare; sta attenta alle luci riflesse: molte superfici come sabbia e cemento possono riflettere radiazioni nocive. Sedersi all’ombra o sotto l’ombrellone non protegge dai raggi del sole. Nelle giornate nuvolose non bisogna abbassare la guardia: infatti, filtrano le radiazioni solari fino all’80 per cento.

Dai 300 metri d’altezza sul livello del mare, le radiazioni aumentano del 4-5 per cento. Quanto più si è vicini all’equatore, tanto più forti sono i raggi del sole. Esamina accuratamente la pelle del piccolo, è importante per accorgersi se compaiono macchie, nei o escrescenze che possono far supporre l’insorgenza di una malattia. In tal caso, bisogno portare immediatamente il bambino da uno specialista.