Diventare genitori è sicuramente una delle emozioni più belle e più intense che si possano provare nel corso della propria esistenza. Salvo poi ritrovarsi a fare i conti con i piccoli problemi quotidiani che la nuova vita giunta nel focolare domestico inevitabilmente crea. Molto spesso si tratta di lievi disagi che, però, possono innescare una vera e propria reazione a catena.

A detta di tutti i neo genitori il momento più a rischio dell’intera giornata è la notte. Quando il piccolo non ha ancora acquisito il ritmo sonno/veglia dei genitori. Per lui il problema è superabile. Una bella dormita durante la giornata e la stanchezza scompare. Ma per la neo mamma e il neo papà le cose non sono così semplici.

Galleria di immagini: Ninna nanna web

Perdere il sonno notturno significa alzarsi già scarichi con l’aggiunta dei sintomi tipici dell’insonnia, nausee, mal di testa e stanchezza che si ripercuotono inevitabilmente sullo svolgimento del proprio lavoro.

Ma in una società ipertecnologica come quella in cui viviamo non poteva certo mancare la soluzione techno. Arriva, ovviamente dall’America e è stata messa a punto da Jodi Mindell, ricercatore della San Joseph’s University di Philadelphia. Si tratta della ninna nanna via Internet.

L’innovativa scoperta è molto di più di una semplice canzoncina creata a hoc per conciliare il sonno dei più piccoli, ma un vero e proprio programma che insegna ai neonati a dormire tutta la notte.

Lo studio è stato realizzato su un campione di 264 bambini dai 6 ai 36 mesi. Ai genitori il compito iniziale di compilare un questionario valutativo sui problemi legati al sonno del proprio bebè. Per tre settimane comodamente a casa loro, hanno poi ricevuto consigli personalizzati tramite il Web.

Piccoli accorgimenti pratici, dal bagnetto ai massaggi passando per la ninna nanna,  su come agevolare il sonno notturno del proprio piccolo. Risultato: già dopo la prima settimana d’esperimento i genitori coinvolti si sono detti entusiasti dei risultati ottenuti. Non solo i bambini si addormentavano più facilmente e velocemente, ma diminuivano di molto anche gli improvvisi risvegli notturni.

Una benedizione per tutti coloro che devono fare i conti con un normale processo dell’età evolutiva, che comunque può veramente comportare dei seri problemi. Dopo la TV delle tate arriva il consiglio personalizzato su Internet. Non si può certo dire che ai genitori di oggi manchino le indicazioni per risolvere i piccoli disagi quotidiani.

Nonostante tutto però è bene tenere sempre presente una cosa importante, il miglior alleato in questi casi resta la pazienza.