È successo in una piccola azienda vicentina, dove il proprietario di un’azienda, per incentivare i suoi dipendenti a lavorare fuori dai normali orari lavorativi, ha scritto una email chiarendo il fatto che se avessero fatto gli straordinari, avrebbero “vinto” la segretaria.

Ma la segretaria si era già insospettita in seguito a delle continue avances da parte di alcuni suoi colleghi, che spesso le dicevano:

Sei tu il mio premio per il lavoro che ho fatto… Non lo sai?

Dopo qualche tempo la donna ha iniziato a preoccuparsi sul serio per la strana situazione in cui si è ritrovata e ha cominciato a indagare sulla causa delle continue molestie verbali, scoprendo così la missiva incriminata del capo, che recitava:

Se finiamo tutti gli ordini in tempo andiamo tutti a letto con la segretaria!

Alcuni lavoratori hanno semplicemente cancellato la mail, pensando si trattasse di uno scherzo. Ma altri hanno preso sul serio la proposta del loro capo e, dopo aver fatto ore e ore di straordinari, pretendevano le prestazioni dalla donna. Per fortuna, questa volta non si è verificato nessun caso di violenza.

La giovane, però, dopo aver chiarito la faccenda con il suo capo, non si è limitata a ricevere le scuse, ma ha portato il tutto dai carabinieri di Vicenza, e pare intenzionata anche ad aprire un esposto alla Procura. Incrementare le vendite con metodi poco ortodossi ora non sarà più l’unico problema della direzione.