Jovanotti attacca il telefilm “Happy Days“, definendolo una “vaccata”. Parole forti sono state utilizzate dal cantante su TV, Sorrisi e Canzoni, che sminuiscono la portata che il telefilm ha avuto su un’intera generazione e che hanno generato le proteste del fan club, che non ha affatto gradito certe dichiarazioni.

Jovanotti aveva detto:

Galleria di immagini: Happy Days

“Mia figlia Teresa ha 12 anni, si è letta sette libri di Harry Potter e guarda Glee. Noi avevamo “Happy Days” che, diciamolo, era una vaccata. Oggi i ragazzi sono svegli e fortunati.”

Inutile dire che probabilmente altre generazioni a 12 anni hanno fatto letture anche più interessanti. Libri come “Il sentiero dei nidi di ragno” di Italo Calvino, che raccontavano i fatti storici della Resistenza in Italia, o come i romanzi di George Orwell. Letture impegnate, per cui si sentiva anche la necessità di un break televisivo, in cui tuttavia c’erano valori forti e importanti come la lealtà, la bontà e molto altro.

Il presidente del fan club Giuseppe Ganelli ha risposto:

“Questo giudizio è irrispettoso e ingeneroso verso un telefilm che ha fatto la storia della televisione e che ha rappresentato un momento di svago e di aggregazione per intere generazioni. Happy Days non ha mai voluto essere un qualcosa di educativo, personalmente ritengo che il ruolo di educare non lo si debba assegnare alla televisione, Garry Marshall, ideatore del telefilm, ha sempre sostenuto che a scuola c’è l’ora di storia, di geografia, di matematica e poi c’è il momento di ricreazione… ecco Happy days è il momento di ricreazione.”

Attaccare un telefilm del passato considerabile evergreen, significa farlo in maniera anacronistica, cioè non valutandolo inserito nel suo contesto socio-culturale. Jovanotti, non solo ha sbagliato, ma l’ha fatto utilizzando dei termini discutibili, una vera e propria caduta di stile.

Si capisce che oggi i ragazzi possano beneficiare di contenuti più spiccatamente dedicati a loro e di qualità: questo non vuol dire rinnegare il proprio passato. Fu proprio Jovanotti, infatti, a consegnare il Telegatto a “Happy Days“.