Sono tempi di crisi. Alle mamme e a tutte le donne senza lavoro o con lavoro precario abbiamo pensato di dare una notizia che forse le aprirà a nuovi orizzonti e a nuove speranze.

In questo caso ci rivolgiamo alle donne che risiedono in Piemonte: è stata firmata un’intesa tra Regione Piemonte, Abi e Unioncamere per sostenere i progetti a sostegno delle imprese rosa.

La Regione Piemonte è la quinta in Italia per il numero di imprese femminili che riescono ad essere attive e competitive anche se la crisi economica continua a mietere vittime, soprattutto fra i giovani e le donne.

La Giunta della Regione Piemonte intende realizzare un’iniziativa veramente opportuna in questi momenti tanto difficili: mediante l’intesa sottoscritta con Abi e Unioncamere punta a sostenere l’imprenditoria femminile promuovendo la nascita di nuove attività nel territorio.

Proprio con questo obiettivo la Regione Piemonte ha siglato l’accordo: per diffondere a livello locale tutte le iniziative messe in atto per sostenere le imprese femminili.

Quali sono gli strumenti a sostegno delle imprese rosa? In particolare, i progetti per le aspiranti imprenditrici, s’imperniano su questi strumenti:

*Fondo di garanzia per l’accesso al credito delle piccole imprese rosa istituito presso Finpiemonte.

*Sostegno nell’avvio di impresa e tutoraggio per i primi tre anni.

*Finanziamenti alle spin-off.

*Sostegno per l’autoimpiego e la creazione di imprese.

*Finanziamenti in microcredito destinati alle donne che vogliono avviare un’impresa.

Un’opportunità per le donne piemontesi che vogliono mettersi in gioco per dare una svolta alla loro vita lavorativa e mettere insieme un potenziale di lavoro per far fronte alla crisi e dare il via ad una vita migliore per l’oggi e per il domani delle loro famiglie, per i loro bambini che vivono di riflesso la vita dei genitori e che, invece, hanno diritto a avere genitori sereni, che possano allevarli in ambiente socialmente ed economicamente sano.

Alle donne piemontesi, come a tutte le mamme italiane un incoraggiante ”in bocca al lupo” e un invito a cogliere l’opportunità…

Il nostro auspicio è che tutte le Regioni italiane mettano in atto iniziative similari e diano alle nostre coraggiose donne, alle nostre mamme la possibilità di partecipare alla rinascita del nostro Paese. Nel corso del nostro lavoro, in verità, stiamo via via scoprendo le molte iniziative a livello regionale per i bambini, per le loro mamme, per i loro papà.