Il tradimento corre sulle reti wireless. Arriva anche su Apple Store e su Google Play l’app di Gleeden, il sito che dal 2009, tra polemiche e 1,4 milioni di iscritti, consente di avere incontri extraconiugali tanto facilmente che basta un solo click. Tuttavia i consensi sono stati tantissimi, anche in Italia, e l’app ha tantissime qualità.

L’app di Gleeden che favorisce il tradimento è un’applicazione per ogni giorno e per tutti i gusti: a portata di telefono è infatti possibile fare una ricerca nella propria città per trovare le persone disponibili a intrattenere incontri extraconiugali e contattarle tramite messaggio. Il tutto mentre si va a lavoro, in pausa pranzo o caffè senza paura di essere scoperti sul proprio computer, ma attraverso il più discreto smartphone molto più personale, soprattutto se è quello lavorativo. È prevista anche l’accessibilità al sito di incontri per persone sposate senza limiti per gli inguaribili delle scappatelle.

L’app presenta delle caratteristiche molto dettagliate in termini di ricerca: infatti è prevista anche la possibilità di geocalizzazione, quella di inviare messaggi per contattare la persona scelta e più vicina, di guardare le foto messe dagli altri iscritti, di inviare regali virtuali per far colpo e ottenere l’attenzione di un’altra persona, pensando a un futuro incontro clandestino. Il tutto in quattro lingue, italiano, inglese, francese e spagnolo, senza costi di download e per l’iscrizione al sito attraverso l’app.

Qualcuno storcerà il naso, supponendo che i traditori aumenteranno. Ma anche se il tradimento potrà essere più facile è più sicuro attraverso quest’app, non bisogna dimenticare qualcosa di fondamentale: chi desidera tradire, l’avrebbe fatto anche prima che l’app fosse stata inventata. Non è la tecnologia che fa l’uomo traditore.